notizie cinema notizie cinema
search music
notizie cinema
cinema news notizie ed aggiornamenti
prossimamente al cinema
film in uscita, i trailers, le trame

#notiziecinema

Yvonne FurneauxYvonne Furneaux
1928
età 93

Yvonne Furneaux, nome d'arte di Élisabeth Yvonne Scatcherd (Roubaix, 11 maggio 1926), è un'attrice francese, attiva nel cinema fra gli anni cinquanta e gli anni ottanta.
Originaria del dipartimento del Nord, ha conosciuto la celebrità soprattutto negli anni sessanta anche in Italia per l'interpretazione di Emma, la fidanzata di Marcello Mastroianni ne La dolce vita e in alcuni film storici, fra cui il peplum Io, Semiramide (1962), in cui era doppiata da Luisella Visconti, e Il leone di Tebe (1964).
È ricordata anche per la commedia all'italiana A noi piace freddo...! (1960), diretta da Steno, con il duo Ugo Tognazzi-Raimondo Vianello, e per il film poliziottesco Caccia all'uomo (1961).



Biografia
La Furneaux fece il suo debutto nel 1952 in Meet Me Tonight diretta da Anthony Pelissier; apparve poi nel film USA Un giorno... tutta la vita (1952) di Victor Saville. Questa apparizione, peraltro non accreditata ufficialmente, le fece guadagnare l'attenzione del regista Peter Brook, che le offrì subito il ruolo minore di Jenny Diver in Il masnadiero (1953), film tratto dalla commedia satirica L'opera del mendicante, al fianco di Laurence Olivier.
La popolarità della Furneaux aumentò ulteriormente l'anno successivo dopo la sua interpretazione a fianco di Errol Flynn ne Il principe di Scozia (1953). Seguirono poi The House of the Arrow (1953) di Michael Anderson, con Douglas Fairbanks Jr., The Javanese Dagger (1954) e, ancora con Flynn e Gina Lollobrigida, Il maestro di Don Giovanni (dove non venne però accreditata).
Michelangelo Antonioni le offrì uno dei ruoli principali nel film Le amiche (1955), mentre una terza occasione per recitare a fianco di Flynn - e raggiungere contestualmente il maggiore successo - le giunse con il film di cappa e spada Il vendicatore nero (1955) di Henry Levin. L'attore e regista Ray Milland la volle quindi per il suo film Lisbon (1956), interpretato a fianco di Maureen O'Hara.
Tre anni più tardi la Furneaux ebbe un'ulteriore occasione con un doppio ruolo in La mummia (1959), dove interpretò due parti: quella di Isobel Banning, moglie di John Banning (interpretato da Peter Cushing), e quella della principessa Ananka, la giovane figura regale amata dalla mummia (impersonato da Christopher Lee).
Nel 1959 Federico Fellini le affidò la parte di Emma, la tormentata fidanzata di Marcello Mastroianni in La dolce vita.

A fianco dei più grandi
La consacrazione a star internazionale avvenne per la Furneaux nel 1960 con la partecipazione al Festival di Cannes, in compagnia di Fellini, Mastroianni, Anita Ekberg ed Anouk Aimée per presentare La dolce vita, cui andò la Palma d'oro come miglior film di quell'anno.
Tornata a lavorare in Francia, interpretò poi il film Il conte di Montecristo (1961) di Claude Autant-Lara, con Louis Jourdan. Ma già l'anno successivo venne richiamata a girare in Italia film di genere, tra cui Il criminale (1962), Io, Semiramide (1963), Il leone di Tebe (1964).
L'attrice venne diretta ancora da Autant-Lara ne L'omicida (1963) e nel film thriller I raggi mortali del Dr. Mabuse (1964), prima di interpretare Repulsione (1965), per la regia di Roman Polanski, accanto a Catherine Deneuve. Seguono poi alcuni partecipazioni a serie televisive di spionaggio come Gioco pericoloso (1965).
Nel 1967 apparve in Le scandale - Delitti e champagne di Claude Chabrol, con Anthony Perkins. Poi ancora in Italia ne In nome del popolo italiano (1971), al fianco di Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi e nel film di produzione tedesca Versuchung im Sommerwind, che pose termine - almeno temporaneamente - alla sua carriera. Dodici anni più tardi, accettò di tornare a girare un film, prendendo parte a Frankenstein's Great Aunt Tillie, dopo di che si ritirò definitivamente a vivere a Losanna, in Svizzera.

Filmografia
Cinema

Meet Me Tonight, regia di Anthony Pelissier (1952)
Un giorno... tutta la vita (24 Hours of a Woman's Life), regia di Victor Saville (1952) (non accreditata)
Il masnadiero (The Beggar's Opera), regia di Peter Brook (1953)
The Genie, regia di Lance Comfort e Lawrence Huntington (1953)
The House of the Arrow, regia di Michael Anderson (1953)
Il principe di Scozia (The Master of Ballantrae), regia di William Keighley (1953)
The Javanese Dagger, regia di Paul Dickson (1954)
Il maestro di Don Giovanni (1954) (non accreditata)
Il vendicatore nero (The Dark Avenger), regia di Henry Levin (1955)
Le amiche, regia di Michelangelo Antonioni (1955)
Cross Channel, regia di R.G. Springsteen (1955)
Il principe dalla maschera rossa, regia di Leopoldo Savona (1955)
Lisbon, regia di Ray Milland (1956)
Carta al cielo, regia di Arturo Ruiz Castillo (1959)
La mummia (The Mummy), regia di Terence Fisher (1959)
Lui, lei e il nonno, regia di Anton Giulio Majano (1959)
A noi piace freddo...!, regia di Steno (1960)
La dolce vita, regia di Federico Fellini (1960)
Via Margutta, regia di Mario Camerini (1960)
Il carro armato dell'8 settembre, regia di Gianni Puccini (1960)
Caccia all'uomo, regia di Riccardo Freda (1961)
Il conte di Montecristo (Le Comte de Monte-Cristo), regia di Claude Autant-Lara (1961)
I lancieri neri, regia di Giacomo Gentilomo (1962)
Il criminale, regia di Marcello Baldi (1962)
L'omicida (Le Meurtrier), regia di Claude Autant-Lara (1963)
Io, Semiramide, regia di Primo Zeglio (1963)
I 4 tassisti, regia di Giorgio Bianchi (1963) (episodio Caccia al tesoro)
I raggi mortali del Dr. Mabuse (Die Todesstrahlen des Dr. Mabuse), regia di Hugo Fregonese e Victor De Santis (1964)
Il leone di Tebe, regia di Giorgio Ferroni (1964)
Repulsione (Repulsion), regia di Roman Polanski (1965)
Le scandale - Delitti e champagne (Le Scandale), regia di Claude Chabrol (1967)
In nome del popolo italiano, regia di Dino Risi (1971)
Versuchung im Sommerwind, regia di Rolf Thiele (1972)
Frankenstein's Great Aunt Tillie, regia di Myron J. Gold (1984)Televisione
Douglas Fairbanks Jr. Presents: # 1.27 (1953)
The Adventures of the Scarlet Pimpernel: # 1.1 (1956)
Adventure Theater: # 1.2 (1956)
The DuPont Show of the Month: # 1.9 (1958)
Gioco pericoloso (Danger Man): # 2.3 (1965)
The Man in a Looking Glass, regia di Cyril Frankel (1965) - film tv
The Man Who Never Was: # 1.7 (1966)
Il barone (The Baron): # 1.6 (1966); # 1.7 (1966)Doppiatrici italiane
Dhia Cristiani in La mummia
Gabriella Genta in La dolce vita
Maria Pia Di Meo in Il Conte di MontecristoAltri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su Yvonne Furneaux
Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Yvonne FurneauxCollegamenti esterni
(EN) Yvonne Furneaux, su Internet Movie Database, IMDb.com.

film yvonne furneaux

schede ultimi film yvonne furneaux


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scarica gratis



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema macerata trova cinema matera trova cinema messina trova cinema milano trova cinema modena

(c) media promotion srl - web agency