notizie cinema notizie cinema
search music

Umberto Orsini
1934
età 88




Umberto Orsini (Novara, 2 aprile 1934) è un attore italiano.



Biografia
Teatro

Diplomato nel 1954 presso l'Accademia nazionale d'arte drammatica "Silvio d'Amico", ottenne i primi successi in teatro con la Compagnia dei Giovani e la regia di De Lullo (1957), recitando poi con la compagnia Morelli-Stoppa (L'Arialda, 1960, diretto da Luchino Visconti; Morte di un commesso viaggiatore, 1968), con Enrico Maria Salerno e Sarah Ferrati (Chi ha paura di Virginia Woolf?, 1963) e con Gabriele Lavia per la compagnia del Teatro Eliseo, di cui dal 1980 al 1997 è stato direttore artistico.

Cinema
Dopo l'esordio nel cinema con Federico Fellini (La dolce vita, 1960), si afferma cinematograficamente con Luchino Visconti che lo dirige nel 1969 in La caduta degli dei, con cui si aggiudica il Nastro d'argento come migliore attore non protagonista, e nel 1973 in Ludwig.
Lavora successivamente con Luigi Magni (La Tosca, 1973), Florestano Vancini (Il delitto Matteotti, 1973), Liliana Cavani (Al di là del bene e del male, 1977), Mino Bellei (Bionda fragola 1980), Marco Tullio Giordana (Pasolini, un delitto italiano, 1995), Sergio Rubini (Il viaggio della sposa, 1997), Guido Chiesa (Il partigiano Johnny, 2000, tratto dal romanzo di Beppe Fenoglio).
Ha recitato spesso in produzioni straniere e segnatamente francesi, tra l'altro con Pierre Granier-Deferre, Jacques Deray e Claude Sautet. Nel 2008 ha ricevuto una seconda candidatura ai Nastri d'argento per la sua interpretazione in Il mattino ha l'oro in bocca.

Prosa radiofonica Rai
Diario di un curato di campagna di Georges Bernanos, per la regia di Corrado Pavolini e trasmessa il 29 aprile 1958.
Racconto di giovane moglie, di Ronald Jeans, regia di Marco Visconti, trasmessa il 16 febbraio 1959.Televisione

La grande popolarità nazionale comunque Orsini la deve alla televisione, dove ha avuto modo di interpretare ruoli di peso in miniserie di grande successo. L'esordio televisivo avviene nel 1960 con il ruolo del giovane Partistagno in La pisana di Giacomo Vaccari, nel 1964 è Jean-Lambert Tallien ne I grandi camaleonti di Edmo Fenoglio ma il successo maggiore arriva nel 1969 con I fratelli Karamazov di Sandro Bolchi, sceneggiato che raccoglie consensi di critica e di pubblico, nel quale interpreta il personaggio di Ivan Karamazov.
Da ricordare anche la sua intensa interpretazione nella parte di un avvocato accusato di complicità in omicidio nello sceneggiato Il Processo a Maria Tarnowska (1977). Nel 1979 è Robert Usher nella miniserie TV Racconti fantastici, nel 1984 si segnala come intenso protagonista di Notti e nebbie di Marco Tullio Giordana. Negli anni 1990-2000 è una presenza ricorrente negli sceneggiati Rai di argomento biblico-religioso (Salomone, Ester, Lourdes, San Paolo). È ancora da ricordare la sua gradevole conduzione, assieme a Delia Scala, nella prima edizione del programma di cucina domenicale Colazione allo studio 7 (1971), antesignano degli attuali format gastronomici, nel quale fu affiancato dal poi celebre enologo Luigi Veronelli.

Carosello
Dal 1971 al 1973 partecipò con Luigi Zerbinati agli sketch della rubrica televisiva pubblicitaria Carosello pubblicizzando il detersivo per piatti Last al limone della B.P.D./Snia.
Filmografia
Cinema

Marisa la civetta, regia di Mauro Bolognini (1957)
La dolce vita, regia di Federico Fellini (1960)
Un amore a Roma, regia di Dino Risi (1960)
Chiamate 22-22 tenente Sheridan, regia di Giorgio Bianchi (1960)
Io bacio... tu baci, regia di Piero Vivarelli (1961)
Il pianeta degli uomini spenti, regia di Antonio Margheriti (1961)
Caccia all'uomo, regia di Riccardo Freda (1961)
Il mare, regia di Giuseppe Patroni Griffi (1962)
Il giorno più corto, regia di Sergio Corbucci (1963)
Il peccato (Noche de verano), regia di Jorge Grau (1963)
Il delitto Dupré (Les bonnes causes), regia di Christian-Jaque (1963)
Una ragazza nuda (Strip-tease), regia di Jacques Poitrenaud (1963)
La violenza e l'amore, regia di Adimaro Sala (1965)
...e il diavolo ha riso (Mademoiselle), regia di Tony Richardson (1966)
Playgirl, regia di Will Tremper (1966)
Ta Skalopatia, regia di Leonard Hirschfield (1966)
Il marinaio del Gibilterra (The Sailor from Gibraltar), regia di Tony Richardson (1967)
La ragazza e il generale, regia di Pasquale Festa Campanile (1967)
Candy e il suo pazzo mondo (Candy), regia di Christian Marquand (1968)
La caduta degli dei, regia di Luchino Visconti (1969)
Interrabang, regia di Giuliano Biagetti (1969)
Un grosso uccello grigio azzurro (Ein großer graublauer Vogel), regia di Thomas Schamoni (1970)
Città violenta, regia di Sergio Sollima (1970)
Incontro d'amore, regia di Paolo Heusch e Ugo Liberatore (1970)
Roma bene, regia di Carlo Lizzani (1971)
Trastevere, regia di Fausto Tozzi (1971)
Maddalena, regia di Jerzy Kawalerowicz (1971)
Abuso di potere, regia di Camillo Bazzoni (1972)
È simpatico, ma gli romperei il muso (César et Rosalie), regia di Claude Sautet (1972)
I figli chiedono perché, regia di Nino Zanchin (1972)
Funerale a Los Angeles (Un homme est mort), regia di Jacques Deray (1972)
Ludwig, regia di Luchino Visconti (1973)
La Tosca, regia di Luigi Magni (1973)
Il delitto Matteotti, regia di Florestano Vancini (1973)
Tony Arzenta (Big Guns), regia di Duccio Tessari (1973)
Storia di una monaca di clausura, regia di Domenico Paolella (1973)
L'uomo senza memoria, regia di Duccio Tessari (1974)
L'accusa è: violenza carnale e omicidio (Verdict), regia di André Cayatte (1974)
Tre amici, le mogli e (affettuosamente) le altre (Vincent, François, Paul... et les autres), regia di Claude Sautet (1974)
L'anticristo, regia di Alberto De Martino (1974)
Corruzione al palazzo di giustizia, regia di Marcello Aliprandi (1974)
Emmanuelle l'antivergine (Emmanuelle: L'antivierge), regia di Francis Giacobetti (1975)
Perdutamente tuo... mi firmo Macaluso Carmelo fu Giuseppe, regia di Vittorio Sindoni (1976)
Una donna alla finestra (Une femme à sa fenêtre), regia di Pierre Granier-Deferre (1976)
E Beatrice sta a guardare (Une fille cousue de fil blanc), regia di Michel Lang (1977)
Casanova & Company (Casanova & Co.), regia di Franz Antel (1977)
L'avvocato della mala, regia di Alberto Marras (1977)
Al di là del bene e del male, regia di Liliana Cavani (1977)
Goodbye Emmanuelle, regia di François Leterrier (1977)
L'alba dei falsi dei, regia di Duccio Tessari (1978)
L'amante proibita (La petite fille en velours bleu), regia di Alan Bridges (1978)
I soldi degli altri (L'argent des autres), regia di Christian de Chalonge (1978)
Amo non amo, regia di Armenia Balducci (1979)
Bionda fragola, regia di Mino Bellei (1980)
Elles n'oublient jamais, regia di Christopher Frank (1994)
Pasolini, un delitto italiano, regia di Marco Tullio Giordana (1995)
Cinque giorni di tempesta, regia di Francesco Calogero (1997)
Il viaggio della sposa, regia di Sergio Rubini (1997)
L'ospite, regia di Alessadro Colizzi (1998)
Il partigiano Johnny, regia di Guido Chiesa (2000)
Hannover, regia di Ferdinando Vicentini Orgnani (2003)
L'amore ritorna, regia di Sergio Rubini (2004)
Il mattino ha l'oro in bocca, regia di Francesco Patierno (2008)
Agadah, regia di Alberto Rondalli (2017)Televisione
La Pisana, regia di Giacomo Vaccari - miniserie TV (1960)
Le piccole volpi, di Lillian Hellman, regia di Claudio Fino, trasmessa il 17 giugno 1960
Le sorelle omicidi, commedia di George Batson e Richard Mc Cracken, regia di Claudio Fino
Gli spettri, di Henrik Ibsen, regia di Vittorio Cottafavi, 15 novembre 1963
I grandi camaleonti, regia di Edmo Fenoglio (1964)
Vita di Michelangelo, regia di Silverio Blasi (1964)
Addio giovinezza, di Sandro Camasio e Nino Oxilia, regia di Silverio Blasi (1965)
La figlia del capitano, regia di Leonardo Cortese (1965)
Morte di un commesso viaggiatore, regia di Sandro Bolchi (1968)
I fratelli Karamazov, regia di Sandro Bolchi (1969)
L'anitra selvatica, regia di Ottavio Spadaro (1970)
Racconti fantastici, regia di Daniele D'Anza (1979)
Notti e nebbie regia di Marco Tullio Giordana (1984)
La contessina Mizzy, regia di Andrea Frazzi e Antonio Frazzi (1986)
Salomone, regia di Roger Young (1997)
Ester (Esther), regia di Raffaele Mertes – film TV (1999)
Lourdes, regia di Lodovico Gasparini (2000)
San Paolo, regia di Roger Young (2000)
Benvenuti a tavola - Nord vs Sud, regia di Francesco Miccichè (2012-2013)Teatro
Servo di scena, di Ronald Harwood, regia di Gabriele Lavia, Teatro Eliseo di Roma (1980)
Les Liaisons Dangereuses di Christopher Hampton, regia di Antonio Calenda (1988)
Affabulazione di Pier Paolo Pasolini, regia di Luca Ronconi (1993)
Un marito di Italo Svevo, regia di Giuseppe Patroni Griffi (1994)
Otello di William Shakespeare, regia di Gabriele Lavia (1995)
Il giuoco delle parti di Luigi Pirandello, regia di Gabriele Lavia (1995)
Copenaghen di Michael Frayn, regia di Mauro Avogadro (1999)
Vecchi tempi di Harold Pinter, regia di Roberto Andò (2004)
La ballata del carcere di Reading, regia di Elio De Capitani, musica di Giovanna Marini (2004)
Il padre di Strindberg, regia di Massimo Castri (2005)
Il nipote di Wittgenstein di Thomas Bernhard (2007)
La tempesta di William Shakespeare, regia di Andrea De Rosa (2009)
La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht, regia di Claudio Longhi (2011)
Il giuoco delle parti di Luigi Pirandello, regia Roberto Valerio (2014)
Il prezzo di Arthur Miller, regia di Massimo Popolizio (2015)
Il costruttore Solness, regia di Alessandro Serra (2019)
Pour un oui ou pour un non di Nathalie Sarraute, regia di Pier Luigi Pizzi (2021)Riconoscimenti
Premio Hystrio 1995 - Premio Europa
Premio Ubu 1989 per Affabulazione
Premio Ubu 2000 per Nipote di Wittgenstein e l'Arte della Commedia
Premio Maschere del Teatro 2016 per Il Prezzo
Premio Flaiano per il teatro per l'interpretazione in Servo di scena di Ronald Harwood, regia di Gabriele LaviaNote

Bibliografia
Gli attori, Gremese editore, Roma, 2002
Catalogo Bolaffi 1956/1965 1966/1975, a cura di Gianni RondolinoAltri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su Umberto Orsini
Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Umberto OrsiniCollegamenti esterni

Opere di Umberto Orsini, su openMLOL, Horizons Unlimited srl.
Registrazioni di Umberto Orsini, su RadioRadicale.it, Radio Radicale.
(EN) Umberto Orsini, su Discogs, Zink Media.
Umberto Orsini, su CineDataBase, Rivista del cinematografo.
Umberto Orsini, su MYmovies.it, Mo-Net Srl.
(EN) Umberto Orsini, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN) Umberto Orsini, su AllMovie, All Media Network.
(DE, EN) Umberto Orsini, su filmportal.de.

film umberto orsini

schede ultimi film umberto orsini


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scarica gratis



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema campobasso trova cinema caserta trova cinema catania trova cinema catanzaro trova cinema chieti

(c) media promotion srl - web agency