notizie cinema notizie cinema facebook notiziecinema.it twitter notiziecinema.it youtube notiziecinema.it
search music
notizie cinema
cinema news notizie ed aggiornamenti
prossimamente al cinema
film in uscita, i trailers, le trame

#notiziecinema

Robert DuvallRobert Duvall
1931 N




Robert Selden Duvall (San Diego, 5 gennaio 1931) è un attore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense, vincitore di un Premio Oscar per l'interpretazione di un ex cantante alcolizzato nel film Tender Mercies - Un tenero ringraziamento e ha inoltre ricevuto altre sei candidature.
Nel corso della sua carriera ha inoltre vinto due Emmy Award, quattro Golden Globe ed un BAFTA. Attore veterano, Duvall ha recitato in alcuni dei film e spettacoli televisivi più acclamati e popolari di tutti i tempi, tra cui Ai confini della realtà, The Outer Limits, Il buio oltre la siepe, L'uomo che fuggì dal futuro, Joe Kidd, Il padrino, Il padrino - Parte II, M*A*S*H, Quinto potere, Il Grinta, La conversazione e Apocalypse Now.
Ha cominciato a lavorare in teatro nel 1950, e contemporaneamente ha partecipato a molte serie televisive, e durante i primi anni sessanta ha cominciato con i primi ruoli cinematografici. I suoi ruoli più famosi li ottiene nel corso dei primi anni settanta con film come la commedia campione d'incassi M*A*S*H (1970), diretto da Robert Altman e l'esordio alla regia di George Lucas, L'uomo che fuggì dal futuro (1971). Questo è stato uno dei primi di una serie di performance molto apprezzate dalla critica e dal pubblico. Il successo internazionale arriva nel 1972 con l'interpretazione dell'avvocato di don Vito Corleone, Tom Hagen ne Il padrino di Francis Ford Coppola, ruolo che gli fece guadagnare la prima di sette candidature al premio Oscar.
Da allora ha continuato ad apparire sia per il cinema e la televisione, con produzioni come Il migliore (1984), Colors - Colori di guerra (1988), la miniserie televisiva Colomba solitaria (1989), Stalin (1992), L'uomo che catturò Eichmann (1996), L'apostolo (1997) (che ha anche scritto, diretto e prodotto), A Civil Action (1998), Gods and Generals (2003), Broken Trail - Un viaggio pericoloso (2006) e Get Low (2010).



Biografia
Robert Duvall è nato a San Diego, in California, il 5 gennaio 1931, figlio di William Howard Duvall, un ammiraglio e di Mildred Virginia (nata Hart), un'attrice dilettante, discendente di Robert Edward Lee, il famoso generale confederato all'epoca della Guerra di secessione di cui lui ha vestito i panni nel film Gods and Generals. La sua famiglia ha origini francesi, tedesche e britanniche.
Negli anni cinquanta, si è arruolato nell'Esercito degli Stati Uniti ed ha servito il proprio paese dal 19 agosto 1953 al 20 agosto 1954 e ha partecipato alla Guerra di Corea. Successivamente si è diplomato in storia e politica.

Carriera
Nell'inverno del 1955, ha frequentato corsi d'arte drammatica presso la "Playhouse School of Theatre", di New York e ha avuto come compagni di classe i futuri divi Dustin Hoffman, Gene Hackman (con cui ha condiviso un appartamento) e l'amico James Caan. Alla fine degli anni cinquanta alterna il teatro alle serie televisive, partecipando a moltissime serie televisive del momento.

Carriera teatrale
Duvall ha iniziato la sua carriera di attore professionista nel Gateway Playhouse, un teatro all'aperto situato a Bellport, Long Island. Il suo debutto sul palcoscenico è avvenuto nel 1952, quando ha interpretato il pilota nella piece Laughter In The Stars al Gateway Theatre. Dopo due anni di assenza (era impegnato con l'esercito degli Stati Uniti (1953-1954)), è tornato a Gateway nella stagione estiva del 1955, interpretando Eddie Davis in Out For Ginger, Hal Carter in Picnic (luglio 1955), Charles Wilder ne Il gatto e il canarino e John in Dark of the Moon (settembre 1955). L'anno successivo durante la sua terza stagione al Gateway, è stato impegnato nell'interpretazione di Max Halliday in Dial For Murder (luglio 1956), Virgil Blessing in Bus Stop (agosto 1956) e Clive Mortimer in I Am A Camera (August 1956).
Nel 1957 è apparso in Witness for the Prosecution, Thieves Carnival (luglio 1957), e il ruolo che una volta ha descritto come il "catalizzatore della sua carriera" ovvero il ruolo di Eddie Carbone in A View from the Bridge di Arthur Miller (dal 30 luglio al 3 agosto 1957 e diretto da Ulu Grosbard, che era ormai un regista ricorrente al Gateway Theatre) e lo stesso Miller ha partecipato ad uno dei suoi spettacoli. Nel 1959 è apparso quasi sempre in ruoli da protagonista come Stanley Kowalski in Un tram chiamato desiderio (luglio-agosto 1959), Maxwell Archer in Once More With Feeling, Igor Romanoff in Romanoff e Giulietta, e Joe Mancuso in The Happiest Millionaire (tutti nel mese di agosto 1959).
I suoi altri primi ruoli Off-Broadway includono Doug nella prima di Call Me by My Rightful Name il 31 gennaio 1961 e l'interpretazione di Bob Smith in The Days and Nights of BeeBee Fenstermaker. La sua più importante interpretazione Off-Broadway, per il quale ha vinto un Obie Award nel 1965 e che egli considera il suo "Otello", è stata la riproposizione di A View from the Bridge di Arthur Miller che ha portato in scena dal 28 gennaio 1965 all'11 dicembre 1966. È stato diretto ancora da Ulu Grosbard e ha recitato al fianco dell'amico Dustin Hoffman.
Il 2 febbraio 1966 ha fatto il suo debutto a Broadway nel ruolo di Harry Roat Jr. in Frederick Knott's Wait Until Dark all'Ethel Barrymore Theatre. La sua ultima interpretazione in teatro risale al 1977 dove è apparso in American Buffalo di David Mamet. Per la sua interpretazione ha ricevuto una nomination al Drama Desk Award come miglior attore protagonista.

La televisione
Nel 1959, Duvall ha fatto la sua prima apparizione televisiva in due episodi della serie Theater Armstrong Circle. Nel corso del 1960 è apparso regolarmente in televisione come guest star, spesso in serie d'azione, drammatiche e poliziesche. Le serie più famose dove è comparso sono Alfred Hitchcock presenta, La città in controluce, Gli intoccabili, Route 66, Ai confini della realtà, The Outer Limits, Il fuggiasco, The Lieutenant, Viaggio in fondo al mare, Combat! .

Il cinema
Il suo esordio al cinema arriva con Il buio oltre la siepe (1962), dove interpreta il ruolo di un malato di mente. L'anno seguente interpreta un pilota timoroso in Capitan Newman e nel 1969 gira il suo primo film con Francis Ford Coppola, Non torno a casa stasera con James Caan e Shirley Knight. Con il passare degli anni trova la sua dimensione artistica nel cinema americano degli anni settanta. Il regista Robert Altman lo chiama per interpretare il Maggiore Frank Burns in M*A*S*H (1970), sempre nello stesso anno viene scelto come protagonista nel futuristico L'uomo che fuggì dal futuro di George Lucas.
Con gli anni settanta arriva il successo internazionale grazie a film come Il padrino (1972) e Il padrino - Parte II (1974) di Francis Ford Coppola, basato sull'omonimo best seller di Mario Puzo, dove interpreta il ruolo di Tom Hagen, figlio adottivo e consigliere mafioso di Don Vito Corleone (Marlon Brando). Benché interpreti la parte del figlio adottivo di Don Vito, tra lui e Marlon Brando in realtà vi erano solo sette anni di differenza.
L'anno seguente lo vediamo in Killer Elite (1975 con James Caan), Quinto potere (1976) di Sidney Lumet, Il grande Santini (terza nomination all'Oscar) e soprattutto in Apocalypse Now (1979), dove grazie all'interpretazione del Tenente Colonnello William "Bill" Kilgore ottenne un Golden Globe e la quarta nomination al premio Oscar. Inoltre la frase pronunciata da Duvall ("Mi piace l'odore del napalm al mattino") si è classificata al 12º delle cento frasi celebri secondo l'American Film Institute.
Nei primi anni ottanta si dedica a ruoli più complessi e impegnati, vincendo un premio alla Mostra del cinema di Venezia per la parte del detective Tom Spellacy in L'assoluzione (1981) a fianco a Robert De Niro. Nel 1984 vince un premio Oscar per il ruolo di Mac Sledge, un cantante country alcolizzato sulla via del declino in Tender Mercies - Un tenero ringraziamento. Sempre nel 1983 debutta alla regia con Angelo, amore mio, di cui scrive anche la sceneggiatura. Tornerà dietro la macchina da presa nel 1997 con L'apostolo, premiato con due Independent Spirit Awards e l'ennesima candidatura all'Oscar. Dopo Il migliore (1984) alla fine degli anni ottanta viene diretto da Dennis Hopper in Colors - Colori di guerra.


Negli anni novanta lo vediamo in molti film variando dai film d'azione alle commedie come Giorni di tuono (1990, con Nicole Kidman e Tom Cruise), Ricordando Hemingway (1993). Un'altra grande performance in Un giorno di ordinaria follia (1993) poliziotto ad un passo dalla pensione antagonista di un pazzo armato, interpretato da Michael Douglas, poi Cronisti d'assalto (1994), Qualcosa di cui... sparlare (1995), nel pessimo La lettera scarlatta (1995) remake dell'omonimo film di Victor Sjöström, Conflitto d'interessi (1998) e A Civil Action (1998) con cui ottiene la sesta nomination all'Oscar.
Con il nuovo millennio si cimenta in Fuori in 60 secondi (2000), Il sesto giorno (2001) con Arnold Schwarzenegger), John Q (2002) al fianco di Denzel Washington e James Woods. Sempre nel 2002 è la volta di Assassination Tango che lo vede impegnato nel ruolo da protagonista ma anche come regista, sceneggiatore e produttore.


Negli ultimi anni accetta ruoli minori essendo impegnato nell'ambito della produzione cinematografica, ma non delude nelle interpretazioni di Broken Trail - Un viaggio pericoloso (2006) (miniserie tv dove vince 2 Emmy Award e nomination al Golden Globe). Offre buone performance in Terra di confine - Open Range (2003) di Kevin Costner, Thank You for Smoking (2005) con Aaron Eckhart, Le regole del gioco e I padroni della notte (2007) con Joaquin Phoenix, la commedia natalizia Tutti insieme inevitabilmente (2008), The Road con Viggo Mortensen e Crazy Heart (2009) da lui prodotto con Jeff Bridges vincitore del premio Oscar al miglior attore protagonista. Nel 2010 ritorna protagonista con Get Low di Aaron Schneider con Bill Murray e Sissy Spacek che riceve ottime critiche e che gli fa vincere (ex aequo con Murray) il premio al miglior attore al Torino Film Festival.
Sempre nel 2010 il regista Terry Gilliam annuncia che Robert Duvall interpreterà Don Chisciotte della Mancia nel suo prossimo film The Man Who Killed Don Quixote affiancato da Ewan McGregor che salvo problemi finanziari - che avevano portato nel 2002 ad un primo abbandono del progetto da parte dello stesso Gilliam - uscirà nelle sale nel 2011. Il 5 settembre 2010 la rivista Variety riportò le dichiarazioni di Terry Gilliam, il quale aveva rivelato poco tempo prima che a causa della mancanza di fondi la produzione era collassata un mese prima circa (ad agosto), poche settimane prima dell'inizio di riprese, provocando quindi il rinvio a tempo indeterminato della lavorazione. Comunque, Gilliam tenne a precisare che altre procedure importanti, come la selezione del cast artistico, erano terminate, con Duvall a svolgere il ruolo principale e McGregor ad affiancarlo e che la ricerca di nuovi investitori era appena partita.
Nel 2011 è protagonista del film indipendente Seven Days in Utopia con Lucas Black e Melissa Leo e nel 2014 è co-protagonista insieme a Robert Downey Jr. del film The Judge diretto da David Dobkin, ruolo che gli vale la settima nomination agli Oscar e ai Golden Globe.

Riconoscimenti
Per il suo contributo all'industria del cinema, gli è stata assegnata una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 6801 Hollywood Boulevard.

Vita privata
Robert Duvall si è sposato quattro volte: con la ballerina Barbara Benjamin dal 1964 al 1975, con l'attrice Gail Young dal 1982 al 1986, poi con la ballerina Sharon Brophy dal 1991 al 1996. Dal 1997 ha una relazione con l'attrice Luciana Pedraza che ha sposato il 6 ottobre 2004.
È amico di James Caan e Francis Ford Coppola ed è cugino dell'attore Wayne Duvall. In Virginia, è diventato proprietario del ristorante The Rail Stop.

Orientamento politico

Duvall è un sostenitore del partito repubblicano statunitense e si identifica come liberalconservatore. È stato personalmente invitato all'elezione del presidente repubblicano George W. Bush nel 2001 e dallo stesso Bush nel 2005 ha ricevuto la National Medal of Arts. Nel settembre 2007, ha annunciato il suo supporto per il candidato presidenziale repubblicano Rudy Giuliani. Duvall ha tenuto un discorso al convegno nazionale del GOP 2008 ed è stato il narratore dei video del convegno. Nel settembre 2008, è apparso a sostegno di John McCain e Sarah Palin sul palco del raduno del partito repubblicano in Nuovo Messico. Nel 2012 ha sostenuto il candidato repubblicano Mitt Romney nella corsa alla Casa Bianca.

Filmografia
Attore
Cinema
Lassù qualcuno mi ama (Somebody Up There Likes Me), regia di Robert Wise (1956) - non accreditato
Il buio oltre la siepe (To Kill a Mockingbird), regia di Robert Mulligan (1962)
Capitan Newman (Captain Newman, M.D.), regia di David Miller (1963)
Sfida sotto il sole (Nightmare in the Sun), regia di John Derek e Marc Lawrence (1965)
La caccia (The Chase), regia di Arthur Penn (1966)
Conto alla rovescia (Countdown), regia di Robert Altman (1968)
Inchiesta pericolosa (The Detective), regia di Gordon Douglas (1968)
Bullitt, regia di Peter Yates (1968)
Non torno a casa stasera (The Rain People), regia di Francis Ford Coppola (1969)
Il Grinta (True Grit), regia di Henry Hathaway (1969)
M*A*S*H, regia di Robert Altman (1970)
Il rivoluzionario (The Revolutionary), regia di Paul Williams (1970)
L'uomo che fuggì dal futuro (THX 1138), regia di George Lucas (1971)
Io sono la legge (Lawman), regia di Michael Winner (1971)
Il padrino (The Godfather), regia di Francis Ford Coppola (1972)
Tomorrow, regia di Joseph Anthony (1972)
La banda di Jesse James (The Great Northfield Minnesota Raid), regia di Philip Kaufman (1972)
Joe Kidd, regia di John Sturges (1972)
I diamanti dell'ispettore Klute (Lady Ice), regia di Tom Gries (1973)
Agente 373 Police Connection (Badge 373), regia di Howard W. Koch (1973)
The Outfit - Organizzazione crimini (The Outfit), regia di John Flynn (1973)
La conversazione (The Conversation), regia di Francis Ford Coppola (1974)
Il padrino - Parte II (The Godfather: Part II), regia di Francis Ford Coppola (1974)
10 secondi per fuggire (Breakout), regia di Tom Gries (1975)
Killer Elite (The Killer Elite), regia di Sam Peckinpah (1975)
Sherlock Holmes: soluzione settepercento (The Seven-Per-Cent Solution), regia di Herbert Ross (1975)
Quinto potere (Network), regia di Sidney Lumet (1976)
La notte dell'aquila (The Eagle Has Landed), regia di John Sturges (1976)
Io sono il più grande (The Greatest), regia di Tom Gries e Monte Hellman (1977)
The Betsy (The Betsy), regia di Daniel Petrie (1978)
Terrore dallo spazio profondo (Invasion of the Body Snatchers), regia di Philip Kaufman (1978) - cameo non accreditato
Apocalypse Now, regia di Francis Ford Coppola (1979)
Il grande Santini (The Great Santini), regia di Lewis John Carlino (1979)
L'assoluzione (True Confessions), regia di Ulu Grosbard (1981)
Caccia implacabile (The Pursuit of D.B. Cooper), regia di Roger Spottiswoode (1981)
Tender Mercies - Un tenero ringraziamento (Tender Mercies), regia di Bruce Beresford (1983)
The Stone Boy, regia di Christopher Cain (1984)
Il migliore (The Natural), regia di Barry Levinson (1984)
Lightship - La nave faro (The Lightship), regia di Jerzy Skolimowski (1986)
Belizaire the Cajun, regia di Glen Pitre (1986)
Eroi per un amico (Let's Get Harry), regia di Stuart Rosenberg e Alan Smithee (1986)
Hotel Colonial, regia di Cinzia TH Torrini (1987)
Colors - Colori di guerra (Colors), regia di Dennis Hopper (1988)
Il racconto dell'ancella (The Handmaid's Tale), regia di Volker Schlöndorff (1990)
Prova di forza (A Show of Force), regia di Bruno Barreto (1990)
Giorni di tuono (Days of Thunder), regia di Tony Scott (1990)
Rosa scompiglio e i suoi amanti (Rambling Rose), regia di Martha Coolidge (1990)
Forzati (Convicts), regia di Peter Masterson (1991)
Gli strilloni (Newsies), regia di Kenny Ortega (1992)
La peste, regia di Luis Puenzo (1992)
Un giorno di ordinaria follia (Falling Down), regia di Joel Schumacher (1993)
Geronimo (Geronimo: An American Legend), regia di Walter Hill (1993)
Ricordando Hemingway (Wrestling Ernest Hemingway), regia di Randa Haines (1993)
Cronisti d'assalto (The Paper), regia di Ron Howard (1994)
Qualcosa di cui... sparlare (Something to Talk About), regia di Lasse Hallström (1995)
Nel Texas cadevano le stelle (The Stars Fell on Henrietta), regia di James Keach (1995)
La lettera scarlatta (The Scarlet Letter), regia di Roland Joffé (1995)
A Family Thing, regia di Richard Pearce (1996)
Phenomenon, regia di Jon Turteltaub (1996)
Lama tagliente (Sling Blade), regia di Billy Bob Thornton (1996)
L'apostolo (The Apostle), regia di Robert Duvall (1997)
Conflitto di interessi (The Gingerbread Man), regia di Robert Altman (1998)
Deep Impact, regia di Mimi Leder (1998)
A Civil Action, regia di Steven Zaillian (1998)
Fuori in 60 secondi (Gone in Sixty Seconds), regia di Dominic Sena (2000)
Sfida per la vittoria (A Shot at Glory), regia di Michael Corrente (2000)
Il sesto giorno (The 6th Day), regia di Roger Spottiswoode (2000)
John Q, regia di Nick Cassavetes (2002)
Assassination Tango, regia di Robert Duvall (2002)
Gods and Generals, regia di Ronald F. Maxwell (2003)
Terra di confine - Open Range (Open Range), regia di Kevin Costner (2003)
Secondhand Lions, regia di Tim McCanlies (2003)
Derby in famiglia (Kicking & Screaming), regia di Jesse Dylan (2005)
Thank You for Smoking, regia di Jason Reitman (2005)
Le regole del gioco (Lucky You), regia di Curtis Hanson (2007)
I padroni della notte (We Own the Night), regia di James Gray (2007)
Tutti insieme inevitabilmente (Four Christmases), regia di Seth Gordon (2008)
The Road, regia di John Hillcoat (2009)
The Funeral Party (Get Low), regia di Aaron Schneider (2009)
Crazy Heart, regia di Scott Cooper (2009)
Seven Days in Utopia, regia di Matt Russell (2011)
Jayne Mansfield's Car - L'ultimo desiderio (Jayne Mansfield's Car), regia di Billy Bob Thornton (2012)
Jack Reacher - La prova decisiva (Jack Reacher), regia di Christopher McQuarrie (2012)
A Night in Old Mexico, regia di Emilio Aragón (2013)
The Judge, regia di David Dobkin (2014)
Wild Horses, regia di Robert Duvall (2015)
In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi (In Dubious Battle), regia di James Franco (2016)
Widows - Eredità criminale (Widows), regia di Steve McQueen (2018)Televisione
Armstrong Circle Theatre - serie TV, 2 episodi (1959)
John Brown's Raid, regia di Sidney Lumet - film TV (1960)
Playhouse 90 - serie TV, 1 episodio (1960)
La parola alla difesa (The Defenders) - serie TV, 2 episodi (1961-1965)
Great Ghost Tales - serie TV, 1 episodio (1961)
La città in controluce - serie TV, 4 episodi (1961-1962)
Shannon - serie TV, 1 episodio (1961)
Lotta senza quartiere (Cain's Hundred) - serie TV, 1 episodio (1961)
Route 66 - serie TV, 2 episodi (1961)
Great Ghost Tales - serie TV, 1 episodio (1961)
Alfred Hitchcock Presenta (Alfred Hitchcock presents) - serie TV, 1 episodio (1962)
Ai confini della realtà (The Twilight Zone) - serie TV, 1 episodio (1963)
Il virginiano (The Virginian) - serie TV, 1 episodio (1963)
Gli intoccabili (The Untouchables) - serie TV, 1 episodio(1963)
Sotto accusa - serie TV, 1 episodio (1963)
Il fuggiasco - serie TV, 3 episodi (1963)
Stoney Burke - serie TV, 1 episodio (1963)
The Outer Limits - serie TV, 3 episodi (1964)
The Crisis - serie TV, 1 episodio (1964)
The Lieutenant - serie TV, 1 episodio (1964)
Viaggio in fondo al mare - serie TV, 1 episodio (1965)
Combat! - serie TV, 3 episodi (1965-1967)
F.B.I. - serie TV, 6 episodi (1965-1969)
Shane - serie TV, 1 episodio (1966)
Fame Is the Name of the Game, regia di Stuart Rosenberg - film TV (1966)
Squadra speciale anticrimine - serie TV, 1 episodio (1966)
Hawk l'indiano - serie TV, 1 episodio (1966)
Polvere di stelle - serie TV, 1 episodio (1966)
Selvaggio west - serie TV, 1 episodio (1967)
F.B.I. contro cosa nostra (Cosa Nostra, Arch Enemy of the FBI), regia di Don Medford - film TV (1967)
Cimarron Strip - serie TV, 1 episodio (1967)
Kronos - Sfida al passato - serie TV, 1 episodio (1967)
Il ladro - serie TV, 2 episodi (1967)
CBS Playhouse - serie TV, 1 episodio (1968)
Al banco della difesa - serie TV, 1 episodio (1968)
I giorni di Bryan - serie TV, 1 episodio (1968)
Flesh and Blood, regia di Arthur Penn - film TV (1968)
Mod Squad, i ragazzi di Greer - serie TV, 1 episodio (1969)
Ike regia di Boris Sagal e Melville Shavelson - miniserie TV (1979)
Ike: The War Years regia di Boris Sagal e Melville Shavelson - film TV (1980)
Aliens from another planet, regia di Irwin Allen - film TV (1982)
Cuore di campione regia di Ralph L. Thomas - film TV (1983)
Colomba solitaria (Lonesome Dove), regia di Simon Wincer - miniserie TV (1989)
Stalin, regia di Ivan Passer - film TV (1992)
L'uomo che catturò Eichmann (The Man Who Captured Eichmann), regia di William A. Graham - film TV (1996)
The American Experience - serie TV, 1 episodio (2005) - narratore
Broken Trail - Un viaggio pericoloso (Broken Trail), regia di Walter Hill - miniserie TV (2006)
Hemingway & Gellhorn, regia di Philip Kaufman - film TV (2012)Cortometraggi
Waylon Jennings: America, regia di David Hogan (1986)Documentari
Viaggio all'inferno (Hearts of Darkness: A Filmmaker's Apocalypse), regia di George Hickenlooper (1991)Regista
We're Not the Jet Set (1977) - documentario
Angelo, amore mio (Angelo, my love) (1983)
L'apostolo (The Apostle) (1997)
Assassination Tango (2002)
Wild Horses (2015)Produttore
Tender Mercies - Un tenero ringraziamento (Tender Mercies), regia di Bruce Beresford (1983)
Angelo, amore mio (Angelo, My Love), regia di Robert Duvall (1983)
A Family Thing, regia di Richard Pearce (1996)
L'uomo che catturò Eichmann (The Man Who Captured Eichmann), regia di William A. Graham - film TV (1996) - produttore esecutivo
L'apostolo (The Apostle), regia di Robert Duvall (1997) - produttore esecutivo
Sfida per la vittoria (A Shot at Glory), regia di Michael Corrente (2000)
Assassination Tango, regia di Robert Duvall (2002)
Portrait of Billy Joe, regia di Luciana Pedraza (2004) - documentario
Broken Trail - Un viaggio pericoloso (Broken Trail), regia di Walter Hill (2006) - produttore esecutivo
Crazy Heart, regia di Scott Cooper (2009)
Get Low, regia di Aaron Schneider (2010) - produttore esecutivo
A Night in Old Mexico, regia di Emilio Aragón (2013)Sceneggiatore
Angelo, amore mio (Angelo, My love), regia di Robert Duvall (1983)
L'apostolo (The Apostle), regia di Robert Duvall (1997)
Assassination Tango, regia di Robert Duvall (2002)
Wild Horses, regia di Robert Duvall (2015)Doppiatore
Apocalypse Pooh (1987) - cortometraggio animato
Il padrino - Il videogioco (2006)
Il padrino II - Il videogioco (2009)Premi e nomination
Premio Oscar

1973 - Nomination al miglior attore non protagonista per Il padrino
1980 - Nomination al miglior attore non protagonista per Apocalypse Now
1981 - Nomination al miglior attore protagonista per Il grande Santini
1984 - Miglior attore protagonista per Tender mercies - Un tenero ringraziamento
1998 - Nomination al miglior attore protagonista per L'apostolo
1999 - Nomination al miglior attore non protagonista per A Civil Action
2015 - Nomination al miglior attore non protagonista per The JudgeGolden Globe

1980 - Miglior attore non protagonista per Apocalypse Now
1984 - Miglior attore in un film drammatico per Tender mercies - Un tenero ringraziamento
1990 - Miglior attore in una mini-serie o film per la televisione per Colomba solitaria
1993 - Miglior attore in una mini-serie o film per la televisione per Stalin
1999 - Nomination al miglior attore non protagonista per A Civil Action
2007 - Nomination al miglior attore in una mini-serie o film per la televisione per Broken Trail - Un viaggio pericoloso
2015 - Nomination al miglior attore non protagonista per The JudgeBAFTA

1973 - Nomination al miglior attore non protagonista per Il padrino
1978 - Nomination al miglior attore non protagonista per Quinto potere
1980 - Miglior attore non protagonista per Apocalypse NowEmmy Award

1989 - Nomination Emmy al miglior attore per Colomba solitaria
1993 - Nomination Emmy al miglior attore per Stalin
1997 - Nomination Emmy award al miglior attore per L'uomo che catturò Eichmann
2007 - Emmy al miglior attore in una miniserie o film tv per Broken Trail - Un viaggio pericoloso
2007 - Emmy alla migliore miniserie o film tv per Broken Trail - Un viaggio pericolosoIndependent Spirit Award

1991 - Independent Spirit Award per il miglior attore protagonista per Rosa scompiglio e i suoi amanti
1997 - Nomination al Independent Spirit Award per la miglior sceneggiatura per L'apostolo
1997 - Independent Spirit Award al miglior attore protagonista per L'apostolo
1997 - Independent Spirit Award al miglior regista per L'apostoloScreen Actors Guild Award

1996 - Nomination al Screen Actors Guild Award per il miglior cast cinematografico per Lama tagliente
1996 - Screen Actors Guild Award al miglior attore per L'uomo che catturò Eichmann
1997 - Nomination allo Screen Actors Guild Award per il miglior attore cinematografico per L'apostolo
1998 - Screen Actors Guild Award per il miglior attore non protagonista cinematografico per A Civil Action
2006 - Screen Actors Guild Award per il miglior attore protagonista per Broken Trail - Un viaggio pericoloso
2010 - Nomination al Screen Actors Guild Awards per il miglior attore per Get LowMostra del cinema di Venezia

1981 - Premio Francesco Pasinetti al miglior attore protagonista per L'assoluzione
1981 - Premio Fenice per L'assoluzione
1985 - Premio Francesco Pasinetti al miglior attore protagonista per Lightship - La nave faro.
1985 - Premio segnalazione ciak per Lightship - La nave faro
1985 - Premio segnalazione ciak per PervolaAltri

1979 - Kansas City Film Critics Circle Award per il miglior attore per Il grande Santini
1983 - New York Film Critics Circle Award al miglior attore per Tender mercies - Un tenero ringraziamento
1983 - Kansas City Film Critics Circle Award per il miglior attore per Tender mercies - Un tenero ringraziamento
1983 - Los Angeles Film Critics Association Award al miglior attore per Tender mercies - Un tenero ringraziamento
1983 - Nomination al CableACE Award per il miglior attore per Cuore di campione
1997 - Satellite Award al miglior attore per L'apostolo
1997 - Society of Texas Film Critics Award al miglior attore per L'apostolo
1997 - National Society of Film Critics Award al miglior attore per L'apostolo
1997 - Los Angeles Film Critics Association Award al miglior attore per L'apostolo
1997 - Las Vegas Film Critics Society Award al miglior attore per L'apostolo
1997 - Florida Film Critics Circle Award al miglior attore per L'apostolo
1997 - Chicago Film Critics Association Award per il miglior attore per L'apostolo
1998 - Florida Film Critics Circle Award al miglior attore non protagonista per A Civil Action
1998 - Chicago Film Critics Association Award per il miglior attore non protagonista per A Civil Action
2009 - Nomination al St. Louis Gateway Film Critics Association al miglior attore non protagonista per The Road
2010 - Hollywood Film Festival al miglior attore protagonista per Get Low
2010 - Nomination al Broadcast Film Critics Association Award al miglior attore protagonista per Get Low
2010 - Nomination al Dallas-Fort Worth Film Critics Association Award per il miglior attore protagonista per Get Low
2010 - Nomination al Houston Film Critics Society Award al miglior attore protagonista per Get Low
2010 - Nomination al Phoenix Film Critics Society Award al miglior attore protagonista per Get Low
2010 - Nomination al Satellite Award al miglior attore protagonista per Get Low
2010 - Nomination al Washington D.C. Area Film Critics Association Award al miglior attore protagonista per Get Low
2010 - Premio per miglior attore protagonista al Torino Film Festival per Get Low (ex aequo con Bill Murray)Doppiatori italiani
Nelle versioni in italiano dei suoi film, Robert Duvall è stato doppiato da:

Cesare Barbetti ne Il padrino, Il padrino - Parte II, L'assoluzione, Eroi per un amico, Hotel Colonial, Giorni di tuono, Geronimo, Cronisti d'assalto, Qualcosa di cui... sparlare, L'uomo che catturò Eichmann, Deep Impact, Il sesto giorno, John Q, Assassination Tango, Derby in famiglia, Thank You for Smoking, Broken Trail - Un viaggio pericoloso
Michele Kalamera ne Il Grinta, Non torno a casa stasera, Colors - Colori di guerra, Gli strilloni, Sfida per la vittoria, Tutti insieme inevitabilmente
Pietro Biondi in Un giorno di ordinaria follia, A Civil Action, Jayne Mansfield's Car - L'ultimo desiderio
Carlo Sabatini in The Outfit - Organizzazione crimini, La lettera scarlatta, Conflitto d'interessi
Gianni Marzocchi in L'uomo che fuggì dal futuro, Apocalypse Now, Il migliore
Dario Penne ne I padroni della notte, Jack Reacher - La prova decisiva, In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi
Carlo Valli ne L'apostolo, The Road, Wild Horses, Widows - Eredità criminale
Sergio Tedesco in M*A*S*H e Killer Elite
Omero Antonutti in Ricordando Hemingway, Terra di confine - Open Range
Bruno Alessandro in Crazy Heart, Hemingway & Gellhorn
Gianfranco Bellini in Capitan Newman
Oreste Lionello ne La caccia
Antonio Guidi in Conto alla rovescia
Arturo Dominici in Inchiesta pericolosa
Vittorio Congia in Io sono la legge
Rino Bolognesi ne La banda di Jesse James
Enzo Tarascio in Joe Kidd
Luciano Melani ne I diamanti dell'ispettore Klute
Carlo Baccarini in Agente 373 Police Connection
Sergio Fiorentini ne La conversazione
Massimo Foschi in Sherlock Holmes: soluzione settepercento
Sergio Rossi in La notte dell'aquila
Luigi Vannucchi in Quinto potere
Giancarlo Maestri in 10 secondi per fuggire
Pino Locchi in Tender Mercies - Un tenero ringraziamento
Vittorio Di Prima in Lightship - La nave faro
Sergio Graziani in Colomba solitaria
Sandro Iovino ne Il racconto dell'ancella
Riccardo Cucciolla in Rosa scompiglio e i suoi amanti
Ugo Maria Morosi in Nel Texas cadevano le stelle
Marco Guglielmi in Lama tagliente
Renato Cortesi in Phenomenon
Franco Zucca in Fuori in 60 secondi
Oreste Rizzini in Le regole del gioco
Dante Biagioni in The Judge
Stefano De Sando in Apocalypse Now Redux
Vittorio Guerrieri in L'uomo che fuggì dal futuro (ridoppiaggio)
Angelo Maggi nei ridoppiaggi de Il padrino e Il padrino - Parte IINote

Altri progetti

Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Robert DuvallCollegamenti esterni

(EN) Robert Duvall, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN) Robert Duvall, su AllMovie, All Media Network.
(EN) Robert Duvall, su Internet Broadway Database, The Broadway League.
(DE, EN) Robert Duvall, su filmportal.de.
(EN) Robert Duvall, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.

film robert duvall

schede ultimi film robert duvall


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scopri come promuovere la tua attività



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema brescia trova cinema brindisi trova cinema cagliari trova cinema caltanissetta trova cinema campobasso

(c) media promotion srl - web agency