notizie cinema notizie cinema facebook notiziecinema.it twitter notiziecinema.it youtube notiziecinema.it
search music
notizie cinema
cinema news notizie ed aggiornamenti
prossimamente al cinema
film in uscita, i trailers, le trame

#notiziecinema

Raffaele Pisu
1925
età 96

Raffaele Pisu, nome d'arte di Guerrino Pisu (Bologna, 24 maggio 1925), è un attore italiano.



Biografia

Fratello di Mario Pisu, esordì ai microfoni di Radio Bologna nell'immediato dopoguerra in trasmissioni di varietà (era, tra l'altro, "l'Uccellino della radio" che impartiva consigli e ammonizioni ai giovani ascoltatori all'interno della trasmissione per bambini Il grillo parlante), figurando nello stesso periodo tra i fondatori del teatro La Soffitta di Bologna.
Combattente partigiano durante il conflitto fu internato in Germania per 15 mesi. Dopo due stagioni nella compagnia di Memo Benassi (1947-49), sufficienti a fargli comprendere che la sua vera vocazione era il teatro comico, giunse a Radio Roma, dove entrò nella Compagnia di rivista della RAI prendendo parte a numerose commedie (come La serenata al vento di Carlo Veneziani del 1950) e allo spettacolo itinerante di Silvio Gigli Il giringiro.

Il successo in radio
L'attività radiofonica gli fruttò grande popolarità soprattutto grazie alla sua comicità sorniona e alle macchiette pensate e interpretate per i celebri varietà dell'epoca, come Zaccaria, fidanzato di Adalgisa (Liliana Feldmann) in Chicchirichì (1953) e Prospero in Rosso e nero (1955).
Negli stessi anni collaborò con la Compagnia di prosa di Radio Roma partecipando a diversi allestimenti come ...E la missione continua, radiodramma di Guido Guard (1950), e Le convivenze teatrali di Antonio Simon Sografi (1955).

La televisione

Quando comparve con Gino Bramieri e Marisa Del Frate nei "filmati" de L'amico del giaguaro (1961) il suo volto era già noto al pubblico; aveva infatti recitato in commedie brillanti all'italiana degli anni cinquanta, partecipato al varietà di Metz e Marchesi Lui, lei e gli altri (1956) e al teleromanzo-musical Valentina (1958). Accanto alla comicità "barzellettiera" e prevalentemente verbale di Bramieri, Pisu si distingueva nelle caricature dei personaggi allora in voga.
Da ricordare anche l'insolito (ma riuscito) ruolo drammatico nel film Italiani brava gente (1965) e la partecipazione a numerose riviste teatrali, come Sembra facile (1961) e Italiani si nasce (1964).


In seguito ha partecipato nel 1966 dapprima a Camera 22, una trasmissione di Gianfranco Bettetini, accanto al fratello Mario e a Luigi Silori, e poi a La trottola e nel 1968 a Vengo anch'io. Nella trasmissione Ma che domenica amici (1968) lanciò il personaggio di Provolino, un pupazzo che ebbe successo al punto da diventare protagonista di un disco per la RCA e di alcuni album a fumetti.
Nel 1969 ha presentato i varietà televisivi Senza rete (programma televisivo) e La domenica è un'altra cosa e nel 1971 il varietà Come quando fuori piove. Nel 1974 ha condotto il programma Foto di gruppo, con la partecipazione di Gianfranco Funari e Tony Binarelli. Nel 1976 ha presentato insieme a Gianni Agus il programma Ma che scherziamo?
Pisu non interruppe mai, comunque, il suo rapporto con la radio, prendendo parte negli anni a numerosi programmi d'intrattenimento: tra gli altri, nel 1967 condusse con Grazia Maria Spina il gioco musicale a premi Le mille lire, mentre nel 1969 fu il mattatore del quiz dedicato allo sport automobilistico Indianapolis e nel 1971 presentò con Minnie Minoprio The Pupil, corso semiserio di lingua inglese.

Il ritorno
Dopo un lunghissimo periodo di silenzio (cominciato nel 1977 e interrotto solo dalla conduzione di Gran bazar sull'emittente televisiva locale Telecentro nel 1978), è tornato al suo pubblico nel 1989: alla radio con Radiouno '90 (varietà di musica e sport della domenica mattina) e in TV con Striscia la notizia, lo storico telegiornale satirico di Canale 5, in coppia con Ezio Greggio.
Tra le sue apparizioni più recenti, quelle nelle fiction televisive Non ho l'età (2001) e Non ho l'età 2 (2002), Una vita in regalo (2003), Ma chi l'avrebbe mai detto... (2007) e Marameo (2008), Don Matteo 6 Profumo di caffè (2008). Da segnalare anche la partecipazione a diversi film, come Il trasformista (2002), Le conseguenze dell'amore (2004) e Non c'è più niente da fare. (2008). Infine, nel 2007 torna a teatro con Delitto perfetto di Frederick Knott per la regia di Geppy Gleijeses e successivamente 2011 - 2012 è in tournée teatrale con la commedia Se devi dire una bugia dilla ancora più grossa per la regia di Gianluca Guidi.

Varietà radiofonici Rai
Sotto il parapioggia, rivista settimanale di Dino Verde e Renzo Puntoni, regia di Riccardo Mantoni, trasmessa nel 1951-52.
Indianapolis, quiz con testi di Paolini e Silvestri, regia di Gianni Casaliano, trasmesso nel 1970.Filmografia
Il padrone del vapore, regia di Mario Mattoli (1951)
Fiorenzo, il terzo uomo, regia di Stefano Canzio (1951)
Ridere! Ridere! Ridere!, regia di Edoardo Anton (1954)
I pappagalli, regia di Bruno Paolinelli (1955)
La voce che uccide, regia di Aldo Colombo (1956)
Il cocco di mamma, regia di Mauro Morassi (1957)
Padri e figli, regia di Mario Monicelli (1957)
Susanna tutta panna, regia di Steno (1957)
Carosello di canzoni, regia di Luigi Capuano (1958)
Gli italiani sono matti, regia di Duilio Coletti (1958)
Valeria ragazza poco seria, regia di Guido Malatesta (1958)
Uomini e nobiluomini, regia di Giorgio Bianchi (1959)
Agosto, donne mie non vi conosco, regia di Guido Malatesta (1959)
Fantasmi e ladri, regia di Giorgio Simonelli (1959)
Quel tesoro di papà, regia di Marino Girolami (1959)
Le bellissime gambe di Sabrina, regia di Camillo Mastrocinque (1959)
La cento chilometri, regia di Giulio Petroni (1959)
Juke box - Urli d'amore, regia di Mauro Morassi (1959)
Quanto sei bella Roma, regia di Marino Girolami (1959)
Le ambiziose, regia di Antonio Amendola (1960)
Caravan petrol, regia di Mario Amendola (1960)
Caccia al marito, regia di Marino Girolami (1960)
Ulisse contro Ercole, regia di Mario Caiano (1962)
Italiani brava gente, regia di Giuseppe De Santis (1964)
In ginocchio da te, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1964)
Se non avessi più te, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1965)
Non son degno di te, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1965)
L'ombrellone, regia di Dino Risi (1966)
Non stuzzicate la zanzara, regia di Lina Wertmüller (1967)
Il trasformista, regia di Luca Barbareschi (2002)
Le conseguenze dell'amore, regia di Paolo Sorrentino (2004)
Terapia Roosevelt, regia di Vittorio Muscia (2006)
Non c'è più niente da fare, regia di Emanuele Barresi (2007)
SMS - Sotto mentite spoglie, regia di Vincenzo Salemme (2007)
Par suite d'un arrêt de travail..., regia di Frédéric Andréi (2008)
Tutta colpa della musica, regia di Ricky Tognazzi (2011)
Il mio domani, regia di Marina Spada (2011)Doppiaggio
Jean Lefebvre in Una ragazza a Saint-Tropez
L'omino coi baffi nello spot TV Bialetti CaroselloNote

Altri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su Raffaele Pisu
Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Raffaele PisuCollegamenti esterni
(EN) Raffaele Pisu, su Internet Movie Database, IMDb.com.

film raffaele pisu

schede ultimi film raffaele pisu


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scopri come promuovere la tua attività



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema arezzo trova cinema asti trova cinema avellino trova cinema bari trova cinema benevento

cinema Nuova Aurora cinema cinema cinema
(c) media promotion srl - web agency