notizie cinema notizie cinema
search music

Peter Fonda
1940 N




Peter Henry Fonda (New York, 23 febbraio 1940 – Los Angeles, 16 agosto 2019) è stato un attore e regista statunitense.
Appartenente a una grande famiglia di attori, era figlio dell'attore Henry Fonda e fratello di Jane, nonché padre dell'attrice Bridget.
Ottenne il Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico e la candidatura all'Oscar al miglior attore per il film L'oro di Ulisse (1997). Fu inoltre candidato all'Oscar alla migliore sceneggiatura originale per il film Easy Rider - Libertà e paura, da lui prodotto nel 1969.



Biografia
Peter Fonda nacque il 23 febbraio 1940 a New York da Henry Fonda e Frances Seymour Brokaw. Era di origine olandese, canadese, britannica, italiana e francese. La famiglia Fonda, da parte paterna, era di origine olandese, pur avendo come capostipite un italiano immigrato da Genova nei Paesi Bassi nel corso del XV secolo. Nel 1642 alcuni membri di tale famiglia emigrarono in America, e furono fra i primi colonizzatori olandesi che si trasferirono nell'attuale Stato di New York dove fondarono la città che da loro prese il nome di Fonda. Da parte materna era di origine anglocanadese con radici britanniche, francesi e italiane: uno dei suoi antenati, Giovanni Gualdo, era un nobile di Vicenza. La madre, seconda delle cinque mogli del famoso attore, in precedenza era stata sposata con il miliardario George Tuttle Brokaw. Morì suicida il 14 aprile 1950, al compimento del suo 42º anno di età, tagliandosi la gola con un rasoio. La donna era da tempo affetta da problemi mentali e ricoverata al Craig House Sanitarium for Insane a Beacon, New York. Meno di un anno più tardi, al compimento del suo 11º compleanno, Peter ebbe un grave incidente con un'arma da fuoco: si sparò accidentalmente nello stomaco rischiando la vita.
Studiò recitazione ad Omaha, Nebraska e frequentò la University of Nebraska-Omaha e la Omaha Community Playhouse, il teatro che vide l'esordio di attori quali suo padre Henry e Marlon Brando, dove iniziò a recitare nella commedia Harvey. In seguito tornò a New York e diventò apprendista al Cecilwood Theatre. Un anno dopo debuttò a Broadway in Blood, Sweat and Stanley Poole grazie al quale iniziò ad ottenere una certa fama.
Si trasferì a Hollywood per entrare nel mondo del cinema e nel 1963 cominciò la sua carriera interpretando un ruolo da co-protagonista in Il sole nella stanza. L'intensità di Fonda impressionò il regista Robert Rossen, per il quale recitò nel film Lilith - La dea dell'amore (1964). Rossen aveva previsto un attore ebreo nel ruolo di Stephen Evshevsky ma Fonda ottenne ugualmente la parte togliendo gli occhiali dalla faccia del regista e mettendoseli sulla sua in modo da sembrare più "ebreo".
Interpretò ruoli importanti anche ne I vincitori (1963) e in Giovani amanti (1964). Alla metà degli anni sessanta era già un protagonista non convenzionale di Hollywood. Come riferiva la rivista Playboy, Fonda vantava una "solida reputazione da rinunciatario". Diventò fortemente anticonformista e si fece crescere i capelli lunghi, alienandosi dall'establishment dell'industria cinematografica e perdendo occasioni di lavoro.
Attraverso la sua amicizia con i membri dei Byrds, conobbe i Beatles e, nell'agosto 1965, fece loro visita nella casa in affitto del gruppo a Benedict Canyon, Los Angeles. Mentre lui e tutti gli occupanti della casa, tranne Paul McCartney, erano sotto l'effetto dell'LSD, Fonda rievocò l'incidente che ebbe da bambino nel quale rischiò la vita e ripeté ossessivamente la frase "I know what it's like to be dead" ("so cosa significa essere morto"). Queste parole infastidirono John Lennon e compagni perché in netto contrasto con l'atmosfera della giornata di sole che stavano trascorrendo tra ragazze e LSD. Proprio quella frase venne perciò ripresa dai Beatles e inserita nella canzone She Said She Said contenuta nell'album Revolver del 1966.
In quel periodo Fonda cominciò ad essere associato sempre più con la controcultura degli anni sessanta. Il 12 novembre 1966 venne arrestato durante uno scontro tra manifestanti e polizia sulla Sunset Strip, nato da una protesta contro la chiusura del Pandora's Box, un famoso club hippy. Fu rilasciato senza accuse dopo che dichiarò di trovarsi lì solo per filmare il tutto. Sui disordini di quel giorno i Buffalo Springfield scrissero la loro celebre canzone For What It's Worth.
Il primo ruolo legato alla controcultura interpretato da Fonda fu quello di Heavenly Blues, il protagonista del film I selvaggi (1966). La pellicola venne citata numerose volte, tramite immagini, personaggi o campioni audio tratti direttamente dall'opera cinematografica inseriti nei brani, da diversi gruppi musicali come Primal Scream, Mudhoney, The Magnetic Fields e altri.
Nel 1967, insieme a Dennis Hopper, scrisse e interpretò Easy Rider - Libertà e paura, considerato il road movie per eccellenza e manifesto della cultura hippie di fine anni sessanta. Il film uscirà solo nel 1969, dopo una lunga e problematica fase di montaggio. Nel settembre del 2007, Fonda mise all'asta i cimeli di Easy Rider, tra cui la bandiera USA che decorava la sua giacca ed il timex che indossava nel film.
Nel 1976 interpretò il film Futureworld - 2000 anni nel futuro, sequel del film Il mondo dei robot (1973) e nel 1988 apparve in due miniserie televisive di produzione italiana: Sound diretta da Biagio Proietti e Gli indifferenti, diretta da Mauro Bolognini (tratta dal romanzo omonimo di Alberto Moravia). Nel 2007 interpretò la parte del villain Mefistofele nel film Ghost Rider.
Morì a Los Angeles il 16 agosto 2019, all'età di 79 anni, a seguito di un'insufficienza respiratoria causata da un tumore ai polmoni contro cui lottava da tempo.

Filmografia parziale
Attore
Cinema
I vincitori (The Victors), regia di Carl Foreman (1963)
Il sole nella stanza (Tammy and the Doctor), regia di Harry Keller
Lilith - La dea dell'amore (Lilith), regia di Robert Rossen (1964)
I selvaggi (The Wild Angels), regia di Roger Corman (1966)
Tre passi nel delirio (Histoires extraordinaires), regia di Roger Vadim (1968), episodio Metzengerstein
Il serpente di fuoco (The Trip), regia di Roger Corman (1967)
Easy Rider - Libertà e paura (Easy Rider), regia di Dennis Hopper (1969)
Fuga da Hollywood (The Last Movie), regia di Dennis Hopper (1971)
Il ritorno di Harry Collings (The Hired Hand), regia di Peter Fonda (1971)
Zozza Mary, pazzo Gary (Dirty Mary, Crazy Larry), regia di John Hough (1974)
In corsa con il diavolo (Race with the Devil), regia di Jack Starrett (1975)
92 gradi all'ombra (92 in the Shade), regia di Thomas McGuane (1975)
Killer Commando - Per un pugno di diamanti (Killer Force), regia di Val Guest (1976)
Futureworld - 2000 anni nel futuro (Futureworld), regia di Richard T. Heffron (1976)
Fighting Mad, regia di Jonathan Demme (1976)
Truck Drivers (High Ballin'), regia di Peter Carter (1977)
Wanda Nevada, regia di Peter Fonda (1979)
La corsa più pazza d'America (The Cannonball Run), regia di Hal Needham (1981)
Punto debole (Split Image), regia di Ted Kotcheff (1982)
L'uomo delle grandi pianure (Hawken's Breed) regia di Charles B. Pierce (1987)
The Rose Garden (The Rosegarden/Der Rosengarten), regia di Fons Rademakers (1989)
Family Express, regia di George Nicolas Hayek (1990)
L'ultimo inganno (Deadfall), regia di Christopher Coppola (1993)
Nàdja, regia di Michael Almereyda (1994)
Fuga da Los Angeles (Escape from L.A.), regia di John Carpenter (1996)
Non guardare indietro (Don't Look Back), regia di Geoff Murphy (1996)
L'oro di Ulisse (Ulee's Gold), regia di Victor Nuñez (1997)
L'inglese (The Limey), regia di Steven Soderbergh (1999)
Wooly Boys, regia di Leszek Burzynski (2001)
Ocean's Twelve, regia di Steven Soderbergh (2004)
Ingannevole è il cuore più di ogni cosa (The Heart Is Deceitful Above All Things), regia di Asia Argento (2004)
Svalvolati on the road (Wild Hogs), regia di Walt Becker (2007)
Quel treno per Yuma (3:10 to Yuma), regia di James Mangold (2007)
Ghost Rider, regia di Mark Steven Johnson (2007)
Japan, regia di Fabien Pruvot (2008)
The Boondock Saints 2 - Il giorno di Ognissanti (The Boondock Saints II: All Saints Day), regia di Troy Duffy (2009)
Il mio amico Smitty (Smitty), regia di David M. Evans (2012)
Copperhead, regia di Ronald F. Maxwell (2013)
As Cool as I Am, regia di Max Mayer (2013)
La donna più odiata d'America (The Most Hated Woman in America), regia di Tommy O'Haver (2017)
Un viaggio stupefacente (Boundaries), regia di Shana Feste (2018)
The Magic Hours, regia di David Connelly (2019)
Era mio figlio (The Last Full Measure), regia di Todd Robinson (2020)Televisione
La parola alla difesa (The Defenders) - serie TV, un episodio (1963)
Gli indifferenti, regia di Mauro Bolognini - miniserie TV, 2 episodi (1988)
Sound, regia di Biagio Proietti - miniserie TV (1988)
L'ispettore Tibbs (In the Heat of the Hight) - serie TV, 2 episodi (1994)
The Laramie Project, regia di Moisés Kaufman - film TV (2002)
Supernova, regia di John Harrison – film TV (2005)
E.R. - Medici in prima linea – serie TV, 1 episodio (2007)
CSI NY – serie TV, 2 episodi (2011)Regista
Il ritorno di Harry Collings (The Hired Hand) (film 1971)
Idaho transfer (film 1973)
Wanda Nevada (film 1979)Soggetto, sceneggiatore e produttore
Easy Rider, regia di Dennis Hopper (1969)Doppiatori italiani
Nelle versioni in italiano dei suoi film, Fonda è stato doppiato da:

Sergio Di Stefano in Love & una 45, L'ultimo inganno, The Passion of Ayn Rand
Dario Penne in La corsa più pazza d'America, La donna più odiata d'America
Gino La Monica in Ingannevole è il cuore più di ogni cosa, Ghost Rider
Stefano De Sando in Svalvolati on the road, Era mio figlio
Ferruccio Amendola in Gli indifferenti
Omero Antonutti in Quel treno per Yuma
Pierangelo Civera in Easy Rider
Massimo Lodolo in L'ispettore Tibbs
Enrico Di Troia in Ocean's Twelve
Adalberto Maria Merli in L'inglese
Edoardo Siravo in Fuga da Los Angeles
Massimo Turci in Il sole nella stanza
Sandro Iovino in CSI NY
Ennio Coltorti in Un viaggio stupefacenteNote

Voci correlate
Celebrità della Hollywood Walk of FameAltri progetti

Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Peter FondaCollegamenti esterni

Sito ufficiale, su peterfonda.com.
(EN) Peter Fonda, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.
(EN) Peter Fonda, su Discogs, Zink Media.
(EN) Peter Fonda, su MusicBrainz, MetaBrainz Foundation.
Peter Fonda, su MYmovies.it, Mo-Net Srl.
(EN) Peter Fonda, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN) Peter Fonda, su AllMovie, All Media Network.
(EN) Peter Fonda, su Rotten Tomatoes, Flixster Inc.
(EN) Peter Fonda, su TV.com, Red Ventures (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2012).
(EN) Peter Fonda, su Internet Broadway Database, The Broadway League.
(DE, EN) Peter Fonda, su filmportal.de.
(EN) Peter Fonda, su Behind The Voice Actors, Inyxception Enterprises.

film peter fonda

schede ultimi film peter fonda


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scarica gratis



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema brescia trova cinema brindisi trova cinema cagliari trova cinema caltanissetta trova cinema campobasso

(c) media promotion srl - web agency