notizie cinema notizie cinema facebook notiziecinema.it twitter notiziecinema.it youtube notiziecinema.it
search music
notizie cinema
cinema news notizie ed aggiornamenti
prossimamente al cinema
film in uscita, i trailers, le trame

#notiziecinema

Juliette BinocheJuliette Binoche
1964 N

Juliette Binoche (Parigi, 9 marzo 1964) è un'attrice francese.
Ha vinto i maggiori premi di interpretazione nei principali festival europei: la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile alla 50ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia con Tre colori - Film blu (1993), l'Orso d'argento per la migliore attrice al Festival di Berlino per Il paziente inglese (1997) e il Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes per Copia conforme (2010). Nel 1997 vince l'Oscar alla migliore attrice non protagonista e il Premio BAFTA per Il paziente inglese. Ha vinto inoltre anche un Premio César, un National Board of Review of Motion Pictures e tre European Film Award.



Biografia
Nata a Parigi il 9 marzo del 1964, è figlia di Jean-Marie Binoche, un mimo, regista teatrale e scultore francese, e di Monique Stalens, un'attrice polacca originaria di Częstochowa. La piccola Juliette non aveva che tre anni e mezzo quando i genitori si separarono.
All'età di 15 anni fu mandata a studiare in una scuola specializzata superiore d'arte, dopo la quale frequentò il Conservatoire national supérieur d'art dramatique di Parigi. All'età di 18 anni ottenne una piccola parte nel film indipendente Liberty Belle. Cercando nel contempo di costruirsi una carriera, lavorò nei cinque anni successivi come commessa in un negozio di Parigi e come modella per un pittore. Aveva 24 anni quando ricevette il suo primo ruolo importante nel film L'insostenibile leggerezza dell'essere di Philip Kaufman, affiancata dall'eclettico attore inglese Daniel Day-Lewis. Il regista Leos Carax la sceglie per il suo film Gli amanti del Pont-Neuf, un'esperienza fondamentale nella sua carriera di attrice; le riprese sembrano non finire mai e per questo motivo l'attrice deve declinare diverse proposte tra le quali La doppia vita di Veronica e Jurassic Park.
Nel 1992 si fa notare al grande pubblico grazie alla sua intensa interpretazione nel film Il danno di Louis Malle, tratto dall'omonimo romanzo di Josephine Hart. La sua interpretazione le fruttò grandi elogi e l'offerta di ruoli di rilievo compreso quello in Tre colori - Film blu (1993), la prima parte dell'acclamata Trilogia dei colori del regista polacco Krzysztof Kieślowski, per la quale vinse la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile e il Premio César per la migliore attrice nel 1993. A questo premio era stata nominata già quattro volte e altre tre nomination seguiranno, durante la sua carriera. L'attrice ha rifiutato diverse proposte arrivate da Hollywood pur di interpretare questo ruolo, in particolare ha declinato l'offerta del ruolo della protagonista di Jurassic Park. Il motivo principale è stato quello di non permettere a nessun'altra persona di scegliere per lei i film e i ruoli da interpretare, cosa che in Europa è quasi sempre possibile, ma non altrettanto negli Stati Uniti.
Ha recitato parti di eroina romantica ne L'ussaro sul tetto (1995), mentre ne Il paziente inglese (1997) il soggetto la impegna in un ruolo ambientato durante la seconda guerra mondiale. Quest'ultimo film le permetterà di superare i confini europei conseguendo ampia notorietà nei paesi anglofoni. Per la sua interpretazione infatti ha ricevuto l'Oscar alla migliore attrice non protagonista. È stata anche nominata all'Oscar alla migliore attrice nel 2000 per la sua partecipazione alla commedia romantica Chocolat con Johnny Depp. Nello stesso anno Nanni Moretti la vorrebbe protagonista del suo film La stanza del figlio, vincitore poi a Cannes, anche se la parte che le era stata proposta verrà più efficacemente ricoperta da Laura Morante. Tra i suoi lavori successivi spicca il ruolo della truccatrice chiacchierona bloccata in un aeroporto in Jet lag (Décalage horaire) (2002) e le interpretazioni nel 2005 del triller Niente da nascondere (Caché) di Michael Haneke e del film drammatico Mary di Abel Ferrara che insieme a Mission 9/11, film di Santiago Amigorena, pone le basi per l'avvio di una nuova stagione nella sua carriera d'attrice, rinnovato slancio che potrà concretizzarsi con Cosmopolis, il film di David Cronenberg tratto dal romanzo di Don DeLillo.
Oltre ai suoi ruoli cinematografici, Juliette ha anche recitato a Broadway. È l'attrice più pagata della storia del cinema francese. Nel 2008 grazie al coreografo inglese originario del Bangladesh Akram Khan studia danza contemporanea e parte per una tournée mondiale con lo spettacolo In I. Come veicolo promozionale per questo spettacolo compare sulla copertina di Playboy. Nel maggio 2010 torna a Cannes, dove vince il premio come migliore attrice, grazie alla sua interpretazione in Copia conforme. Nel 2015 recita nel film L'attesa, diretto da Piero Messina, per il quale riceve una candidatura al David di Donatello per la migliore attrice protagonista 2016. Seguono Ma Luote (2016), secondo film interpretato dall'attrice col regista Bruno Dumont, L'amore secondo Isabelle (2017), regia di Claire Denis con Gérard Depardieu (vincitore alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes), Il gioco delle coppie (2018) regia di Olivier Assayas e Le verità (2019) regia di Kore'eda Hirokazu con Catherine Deneuve, che ha inaugurato l'ultima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia

Vita privata
È stata legata dal 1986 al 1991 con il regista Leos Carax e nel 1992 si è legata al subacqueo André Halle da cui ha avuto un figlio, Raphaël (1993).Dal 1994 al 1997 è stata legata all'attore Olivier Martinez e dal 1999 al 2003 con l'attore Benoît Magimel, conosciuto sul set di I figli del secolo (1999), dove ha interpretato George Sand, e da cui ha avuto una figlia, Hannah (2000).Dal 2003 al 2004 è stata legata all'attore Mathieu Amalric.Tra il 2005 e il 2009 ha avuto una relazione con lo sceneggiatore argentino Santiago Amigorena.
Riconoscimenti
1992 – European Film Awards per la miglior attrice per Gli amanti del Pont-Neuf
1993 – Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile alla Mostra di Venezia per Tre colori - Film blu
1993 – Premio Pasinetti per la miglior attrice alla Mostra di Venezia per Tre colori - Film blu
1993 – Berlinale Kamera
1994 – Premio César alla migliore attrice per Tre colori - Film blu
1996 – National Board of Review Award alla miglior attrice non protagonista per Il paziente inglese (ex aequo con Kristin Scott Thomas)
1997 – Oscar alla miglior attrice non protagonista per Il paziente inglese
1997 – Orso d'argento per la migliore attrice per Il paziente inglese
1997 – European Film Awards per la miglior attrice per Il paziente inglese
1997 – BAFTA alla migliore attrice non protagonista per Il paziente inglese
2001 – European Film Awards, premio del pubblico per la miglior attrice per Chocolat
2010 – Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes per Copia conforme
2016 – Nastro d'argento europeo per L'attesa.Filmografia
Cinema
Liberty belle, regia di Pascal Kané (1983)
Je vous salue, Marie, regia di Jean-Luc Godard (1985)
Les Nanas, regia di Annick Lanoë (1985)
Vita di famiglia, regia di Jacques Doillon (1985)
Adieu blaireau, regia di Bob Decout (1985)
Rendez-vous, regia di André Téchiné (1985)
Le Meilleur de la vie, regia di Renaud Victor (1985)
Mon beau-frère a tué ma sœur, regia di Jacques Rouffio (1986)
Rosso sangue (Mauvais Sang), regia di Leos Carax (1986)
L'insostenibile leggerezza dell'essere (The Unbearable lightness of being), regia di Philip Kaufman (1989)
Un tour de manège, regia di Pierre Pradinas (1989)
Gli amanti del Pont-Neuf (Les amants du Pont-Neuf), regia di Leos Carax (1991)
Cime tempestose (Wuthering heights), regia di Peter Kosminsky (1992)
Il danno (Damage, Fatale), regia di Louis Malle (1992)
Tre colori - Film blu, regia di Krzysztof Kieślowski (1993)
Tre colori - Film rosso, regia di Krzysztof Kieślowski (1994)
L'ussaro sul tetto (Le Hussard sur le toit), regia di Jean-Paul Rappeneau (1995)
Un divano a New York (A couch in New York), regia di Chantal Akerman (1996)
Il paziente inglese (The English patient), regia di Anthony Minghella (1996)
Alice e Martin, regia di André Téchiné (1998)
I figli del secolo (Les enfants du siècle), regia di Diane Kurys (1999)
L'amore che non muore (La Veuve de Saint-Pierre), regia di Patrice Leconte (2000)
Storie - Racconto incompleto di diversi viaggi (Code Inconnu), regia di Michael Haneke (2000)
Chocolat, regia di Lasse Hallström (2000)
Jet Lag (Décalage horaire), regia di Danièle Thompson (2002)
In My Country (Country of my skull), regia di John Boorman (2004)
Niente da nascondere (Caché), regia di Michael Haneke (2005)
Parole d'amore (Bee Season), regia di Scott McGehee e David Siegel (2005)
Mary, regia di Abel Ferrara (2005)
Paris, je t'aime, regia di Nobuhiro Suwa (episodio Place des victoires) (2005)
Alcuni giorni in settembre (Quelques jours en Septembre), regia di Santiago Amigorena (2005)
Complicità e sospetti (Breaking and Entering), regia di Anthony Minghella (2006)
Disimpegno (Disengagement), regia di Amos Gitai (2007)
L'amore secondo Dan (Dan in Real Life), regia di Peter Hedges (2007)
Parigi (Paris), regia di Cédric Klapisch (2008)
Ore d'estate (L'heure d'été), regia di Olivier Assayas (2009)
Copia conforme (Copie conforme), regia di Abbas Kiarostami (2010)
The Son of No One, regia di Dito Montiel (2011)
Elles, regia di Małgorzata Szumowska (2011)
À coeur ouvert, regia di Marion Laine (2012)
La vie d'une autre, regia di Sylvie Testud (2012)
Cosmopolis, regia di David Cronenberg (2012)
Camille Claudel 1915, regia di Bruno Dumont (2013)
Mille volte Buona notte, regia di Erik Poppe (2013)
Words and Pictures, regia di Fred Schepisi (2013)
Godzilla, regia di Gareth Edwards (2014)
Sils Maria (Clouds of Sils Maria), regia di Olivier Assayas (2014)
Nadie quiere la noche, regia di Isabel Coixet (2015)
The 33, regia di Patricia Riggen (2015)
L'attesa, regia di Piero Messina (2015)
Ma Loute, regia di Bruno Dumont (2016)
Ghost in the Shell, regia di Rupert Sanders (2017)
Tale madre tale figlia (Telle mère, telle fille), regia di Noémie Saglio (2017)
L'amore secondo Isabelle (Un beau soleil intérieur), regia di Claire Denis (2017)
High Life, regia di Claire Denis (2018)
Il gioco delle coppie (Doubles vies), regia di Olivier Assayas (2018)
Il mio profilo migliore (Celle que vous croyez), regia di Safy Nebbou (2019)
Le verità (La vérité), regia di Hirokazu Kore'eda (2019)Televisione
Dorothée, danseuse de corde, regia di Jacques Fansten - film TV (1983)
Fort bloqué, regia di Pierrick Guinard - film TV (1983)
Women & Men 2 : In love there are no rules, regia di Walter Bernstein, Mike Figgis e Kristi Zea - film TV (1991).Doppiatrici italiane
Alessandra Korompay in Tre colori - Film blu, I figli del secolo, Jet Lag, Niente da nascondere, Mary, Parole d'amore, Copia conforme, The Son of No One, Sils Maria, Ma Loute, Tale madre tale figlia, L'amore secondo Isabelle, Il gioco delle coppie, Le verità, Il mio profilo migliore
Franca D'Amato ne Il danno, Il paziente inglese, Chocolat, In My Country, Alcuni giorni in settembre, L'amore secondo Dan, Parigi, Elles, Cosmopolis, Godzilla, Ghost in the Shell
Roberta Greganti in Complicità e sospetti, The 33
Antonella Baldini in Rendez-vous
Monica Gravina in Rosso sangue
Antonella Rinaldi in L'insostenibile leggerezza dell'essere
Claudia Catani ne Gli amanti del Pont-Neuf
Francesca Manicone in Cime tempestose
Gabriella Borri in L'ussaro sul tetto
Mavi Felli in Un divano a New York
Chiara Salerno in Alice e Martin
Micaela Esdra in L'amore che non muore
Chiara Colizzi in Storie - Codice sconosciuto
Daniela Calò in Disimpegno
Emanuela Rossi in Words and Pictures
Sabine Cerullo in Ore d'estateNote

Altri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su Juliette Binoche
Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Juliette BinocheCollegamenti esterni

Sito ufficiale, su juliettebinoche.net.
(EN) Juliette Binoche, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.
(EN) Juliette Binoche, su Discogs, Zink Media.
(EN) Juliette Binoche, su MusicBrainz, MetaBrainz Foundation.
Juliette Binoche, su CineDataBase, Rivista del cinematografo.
(EN) Juliette Binoche, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN) Juliette Binoche, su AllMovie, All Media Network.
(EN) Juliette Binoche, su Rotten Tomatoes, Flixster Inc.
(EN) Juliette Binoche, su Metacritic, CBS Interactive Inc.
(EN) Juliette Binoche, su TV.com, CBS Interactive Inc.
(EN) Juliette Binoche, su Internet Broadway Database, The Broadway League.
(DE, EN) Juliette Binoche, su filmportal.de.

film juliette binoche

schede ultimi film juliette binoche


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scopri come promuovere la tua attività



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema bergamo trova cinema biella trova cinema bologna trova cinema brescia trova cinema brindisi

cinema cinema cinema cinema
(c) media promotion srl - web agency