notizie cinema notizie cinema
search music

Jack Benny
1894 1974




Jack Benny, nato Benjamin Kubelsky (Chicago, 14 febbraio 1894 – Beverly Hills, 26 dicembre 1974), è stato un attore statunitense.



Biografia

Esordì come violinista e attore di vaudeville, successivamente apparve negli anni trenta in numerosi musical e commedie hollywoodiani, come Follie di Broadway 1936 (1935) di Roy Del Ruth, impreziosito dalle coreografie di Dave Gould (premiato con l'Oscar) e dai numeri musicali di Eleanor Powell, e la commedia degli equivoci La zia di Carlo (1941) di Archie Mayo. Sul grande schermo è stato inoltre comprimario in La tromba squilla a mezzanotte (1945) di Raoul Walsh.
Contemporaneamente lavorò anche alla radio, interpretando con successo il personaggio di uno spilorcio, mentre in televisione il suo più grande successo fu The Jack Benny Program, adattamento del programma radiofonico omonimo.
Presentò la cerimonia di assegnazione dei premi Oscar nel 1946.

Curiosità
Nella versione originale del film Ritorno al futuro, ambientato nel '55, il dottor Brown lo nomina ironicamente come possibile ministro del Tesoro, nell'ipotesi assurda di una presidenza dell'attore Ronald Reagan. Il tutto è legato all'avarizia del personaggio radiofonico reso famoso da Benny. La battuta del film si perde nella versione italiana in quanto nessuno poteva comprendere il riferimento. Il ministero del Tesoro divenne quindi quello della Guerra e al posto di Benny venne citato John Wayne.
Indimenticabile e ormai nella memoria collettiva è la celebre battuta di Benny sugli scout: «Una compagnia di scout consiste in 12 piccoli bambini vestiti da cretini guidati da un grande cretino vestito da bambino».

Filmografia parziale
Lord Byron of Broadway, regia di Harry Beaumont e William Nigh (1930)
Arcobaleno (Chasing Rainbows), regia di Charles Reisner (1930)
Follie di Broadway 1936 (Broadway Melody of 1936), regia di Roy Del Ruth (1935)
Artisti e modelle (Artists and Models), regia di Raoul Walsh (1937)
La zia di Carlo (Charley's Aunt), regia di Archie Mayo (1941)
Vogliamo vivere! (To Be or Not to Be), regia di Ernst Lubitsch (1942)
Mia moglie ha sempre ragione (George Washington Slept Here), regia di William Keighley (1942)
Ho baciato una stella (Hollywood Canteen), regia di Delmer Daves (1944)
La tromba squilla a mezzanotte (The Horn Blows at Midnight), regia di Raoul Walsh (1945)
Tutti pazzi (It's in the Bag!), regia di Richard Wallace (1945)
Qualcuno mi ama (Somebody Loves Me), regia di Irving Brecher (1952)
La donna che inventò lo strip-tease (Gypsy), regia di Mervyn LeRoy (1962)
Una guida per l'uomo sposato (A Guide for the Married Man), regia di Gene Kelly (1967)Altri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su Jack Benny
Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Jack BennyCollegamenti esterni

Sito ufficiale, su jackbenny.org.
(EN) Jack Benny, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN) Jack Benny, su AllMovie, All Media Network.
(EN) Jack Benny, su Internet Broadway Database, The Broadway League.
(EN) Jack Benny, su MusicBrainz, MetaBrainz Foundation.
(EN) Jack Benny, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.
(EN) Jack Benny, su Find a Grave.

film jack benny

schede ultimi film jack benny

notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema avellino trova cinema bari trova cinema benevento trova cinema bergamo trova cinema biella

(c) media promotion srl - web agency