notizie cinema notizie cinema
search music

Enzo Cerusico
1937 1991




Enzo Cerusico (Roma, 22 ottobre 1937 – Roma, 26 novembre 1991) è stato un attore italiano.



Biografia
Gli esordi come attore bambino
Figlio d'arte (il padre Fernando era uno stimato direttore di produzione e organizzatore nell'industria cinematografica), Enzo Cerusico ha dal 1948 al 1953 un'intensa esperienza di attore bambino partecipando a ben 11 film. L'esordio avviene a soli 10 anni interpretando la parte dello studente Nelli a fianco di Vittorio De Sica nel film Cuore (1948) diretto da Duilio Coletti. Seguiranno altre interpretazioni di ragazzini in film di genere degli anni 1950, spesso in ruoli "patriottici" o come protagonista in un cast di ragazzi ne Gli angeli del quartiere (1952). La sua più notevole interpretazione come attore bambino rimane quella del Tamburino sardo nel film Altri tempi - Zibaldone n. 1 (1952) diretto da Alessandro Blasetti.

I successi in teatro e la "scoperta dell'America"
Nel 1957, dopo aver studiato recitazione con Alessandro Fersen, prosegue la sua carriera cinematografica interpretando ruoli sempre meno secondari. Nel 1959 fa parte del gruppo di paparazzi ne La dolce vita di Federico Fellini, successivamente inizia a lavorare nel teatro, dove si distingue con interpretazioni di opere quali Gente Magnifica e Il male del gelato, e soprattutto nella commedia musicale Meo Patacca, andata in scena nel 1967 al Teatro Sistina di Roma.
Proprio grazie al successo di questo spettacolo, Cerusico viene notato da due funzionari della rete televisiva americana NBC, che gli offrono una scrittura. Si trasferisce quindi in California dove nel 1968 interpreta il personaggio di Tony Novello in un episodio dello spettacolo televisivo The Danny Thomas Hour. La sua interpretazione ha un impatto tale che il personaggio diviene co-protagonista insieme al criminologo Professor Woodruff (interpretato da James Whitmore) di una serie di telefilm intitolata Tony e il professore (My Friend Tony). Nonostante l'originalità della sceneggiatura (Tony è uno "sciuscià" incontrato dal professore in Italia durante la guerra, e da lui allevato negli USA), la serie verrà interrotta dopo solo 16 episodi.

Il ritorno in Italia e i nuovi successi
Sarà proprio il personaggio di Tony, i cui telefilm verranno mandati in onda dalla RAI nel 1972, a portare Enzo Cerusico sulla cresta dell'onda della popolarità in Italia. In precedenza era apparso in alcuni sceneggiati televisivi, tra cui David Copperfield, diretto nel 1965 dal Anton Giulio Majano ed Il Circolo Pickwick diretto da Ugo Gregoretti, ma sempre in parti di secondo piano.
Gli anni 1970 sono per lui un periodo ricco di lavoro e di soddisfazioni professionali, con l'interpretazione da protagonista dello sceneggiato Un'estate, un inverno, diretto nel 1971 da Mario Caiano, e tratto dall'omonimo libro di Luigi Malerba. Sempre nello stesso anno è protagonista de Il Tram, episodio della serie di telefilm La porta sul buio, per la regia di Dario Argento. Questo telefilm, nato da una sequenza del film L'uccello dalle piume di cristallo tagliata in fase di montaggio, dimostrò la capacità di Cerusico di interpretare anche ruoli drammatici.
Sempre per la regia di Dario Argento, Cerusico interpreterà nel 1973, a fianco di Adriano Celentano, il film Le cinque giornate, rappresentazione alquanto originale della famosa rivolta milanese. Nello stesso anno pubblica, come cantante, un 45 giri con le canzoni Er meno (scritta da Marcello Ciorciolini e Piero Pintucci) e Finimo qui (di Vittorio Ferri, padre della cantante Gabriella Ferri, e di Alfredo Avantifiori); il disco è stampato dalla RCA Italiana.
Nel 1978 interpreta con successo il personaggio di Vincenzo Peruggia nello sceneggiato televisivo Il furto della Gioconda, diretto da Renato Castellani. La notorietà acquisita oltreoceano gli vale inoltre la partecipazione in ruoli di rilievo nei film di produzione statunitense Magic Carpet, diretto da William A. Graham nel 1972, e Don't Push, I'll Charge When I'm Ready, diretto Nathaniel Lande nel 1977.
Oltre all'attività teatrale e cinematografica, Cerusico lavora con successo in programmi radiofonici (è una presenza quasi costante a Gran varietà) e nel 1972 scrive la sceneggiatura della versione cinematografica di Meo Patacca, che verrà interpretata da Gigi Proietti per la regia di Marcello Ciorciolini.

Gli anni 1980 e la prematura scomparsa
Nel 1982 interpreta il personaggio di Muzio nello sceneggiato Verdi, diretto da Renato Castellani, e nel 1984 appare nel film Uno scugnizzo a New York diretto da Mariano Laurenti, con protagonista Nino D'Angelo. Proprio in questo periodo la sua salute comincia a declinare, costringendolo a diradare gli impegni. Interpreterà ancora il personaggio di Oguest nello sceneggiato L'isola del tesoro, diretto da Antonio Margheriti nel 1986, e sempre nello stesso anno la serie di telefilm L'uomo che parlava ai cavalli, diretta da Raffaele Meloni. L'ultima apparizione televisiva fu come conduttore del programma per ragazzi (Non) entrate in quella casa con Marina Viro, trasmissione poi sostituita da La tv degli animali, con Armando Traverso e la stessa Marina Viro.
L'uomo che parlava ai cavalli resta la sua ultima interpretazione attoriale, prima che un tumore al midollo spinale ponesse fine alla sua vita. Nonostante la sua notorietà, Enzo Cerusico fu sempre molto riservato per la sua vita privata, di cui i settimanali non ebbero quasi mai modo di occuparsi.

Discografia parziale
45 giri
1973 Er meno/Finimo qui (RCA Italiana, PM 3706)Filmografia
Cinema
Cuore, regia di Duilio Coletti (1948)
Piume al vento, regia di Ugo Amadoro (1950)
Lebbra bianca, regia di Enzo Trapani (1951)
I due derelitti, regia di Flavio Calzavara (1951)
Viva il cinema!, regia di Giorgio Baldaccini e Enzo Trapani (1952)
Camicie rosse, regia di Goffredo Alessandrini (1952)
Altri tempi - Zibaldone n. 1, terzo episodio, regia di Alessandro Blasetti (1952)
Gli angeli del quartiere, regia di Carlo Borghesio (1952)
La figlia del diavolo, regia di Primo Zeglio (1952)
Una croce senza nome, regia di Tullio Covaz (1952)
Non è mai troppo tardi, regia di Filippo Walter Ratti (1953)
Guendalina, regia di Alberto Lattuada (1957)
Il mattatore, regia di Dino Risi (1959)
Il gobbo, regia di Carlo Lizzani (1960)
La dolce vita, regia di Federico Fellini (1960)
La regina delle Amazzoni, regia di Vittorio Sala (1960)
Fantasmi a Roma, regia di Antonio Pietrangeli (1961)
Pugni pupe e marinai, regia di Daniele D'Anza (1961)
Tiro al piccione, regia di Giuliano Montaldo (1961)
Romolo e Remo, regia di Sergio Corbucci (1961)
Cartouche, regia di Philippe de Broca (1962)
Giorno di paga, regia di Guidarino Guidi (1962)
Duello nella Sila, regia di Umberto Lenzi (1962)
Ercole sfida Sansone, regia di Pietro Francisci (1963)
La vita provvisoria, regia di Vincenzo Gamna (1963)
Extraconiugale, episodio, La doccia, regia di Massimo Franciosa (1964)
Una storia di notte, regia di Luigi Petrini (1964)
Sei donne per l'assassino, regia di Mario Bava (1964)
Io, io, io... e gli altri, regia di Alessandro Blasetti (1965)
Mondo pazzo... gente matta!, regia di Renato Polselli (1966)
Mi vedrai tornare, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1966)
La battaglia dei Mods, regia di Francesco Montemurro (1966)
Maigret a Pigalle, regia di Mario Landi (1966)
Tre notti violente, regia di Nick Nostro (1967)
Serafino, regia di Pietro Germi (1968)
Faustina, regia di Luigi Magni (1968)
Nell'anno del Signore, regia di Luigi Magni (1969)
L'invasione (L'Invasion), regia di Yves Allégret (1970)
L'etrusco uccide ancora, regia di Armando Crispino (1972)
Anche se volessi lavorare, che faccio?, regia di Flavio Mogherini (1972)
No il caso è felicemente risolto, regia di Vittorio Salerno (1973)
Meo Patacca, regia di Marcello Ciorciolini (1973)
Le cinque giornate, regia di Dario Argento (1973)
Racconti proibiti... di niente vestiti, regia di Brunello Rondi (1973)
Occhio alla vedova, regia di Sergio Pastore (1975)
Zorro, regia di Duccio Tessari (1975)
Amore mio spogliati... che poi ti spiego!, regia di Fabio Pittorru e Renzo Ragazzi (1975)
C'era una spia nel mio letto, regia di Luigi Petrini (1976)
Scusi lei è normale?, regia di Umberto Lenzi (1979)
7 ragazze di classe, regia di Pedro Lazaga (1979)
Uno scugnizzo a New York, regia di Mariano Laurenti (1984)Televisione
Rossella, sceneggiato televisivo, (1965)
David Copperfield, regia di Anton Giulio Majano (1965)
Piccole volpi, regia di Vittorio Cottafavi (1965)
Il Circolo Pickwick, miniserie televisiva, regia di Ugo Gregoretti (1968)
Un'estate, un inverno, telefilm (1971)
Il tram, film per la TV della serie La porta sul buio, regia di Dario Argento (1973)
Il gran simpatico, varietà musicale (1975)
Uffa, domani è lunedì, varietà musicale (1978)
Il furto della Gioconda, sceneggiato, regia di Renato Castellani (1978)
Verdi, sceneggiato, regia di Renato Castellani (1982)
Due di tutto, varietà, regia di Enzo Trapani (1982)
Le storie degli altri, sceneggiato (1983)
L'uomo che parlava ai cavalli, telefilm (1986)
L'isola del tesoro, regia di Antonio Margheriti (1987) - miniserie televisivaTelevisione negli USA
Tony e il professore, telefilm (1969)Ha interpretato la parte del ladro in un episodio del telefilm Le spie al fianco di Robert Culp e Bill Cosby

Doppiatori italiani
Cesare Barbetti in Maigret a PigalleNote

Bibliografia
Le teche Rai, la prosa televisiva dal 1954 al 2008
Gli attori, Gremese editore, Roma 2003.
John Holmstrom, The Moving Picture Boy: An International Encyclopaedia from 1895 to 1995, Norwich, Michael Russell, 1996, pp. 206.Collegamenti esterni
(EN) Enzo Cerusico, su Internet Movie Database, IMDb.com.

film enzo cerusico

schede ultimi film enzo cerusico


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scarica gratis



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema arezzo trova cinema asti trova cinema avellino trova cinema bari trova cinema benevento

(c) media promotion srl - web agency