notizie cinema notizie cinema facebook notiziecinema.it twitter notiziecinema.it youtube notiziecinema.it
search music
notizie cinema
cinema news notizie ed aggiornamenti
prossimamente al cinema
film in uscita, i trailers, le trame

#notiziecinema

Isabelle AdjaniIsabelle Adjani
1955 N

Isabelle Yasmina Adjani (Parigi, 27 giugno 1955) è un'attrice teatrale, attrice cinematografica e cantante francese.
Considerata tra le migliori attrici francesi, è stata candidata due volte agli Oscar per la migliore attrice nel 1976 per il film Adele H. - Una storia d'amore e nel 1990 per Camille Claudel.
Con 5 Premi César su 8 nomination, è l'attrice francese che ne ha vinti di più. Ha inoltre vinto due David di Donatello, un Orso d'argento per la migliore attrice al Festival di Berlino, un Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes e un premio come miglior attrice protagonista ricevuto dal New York Film Critics Circle Awards.



Biografia

Giovinezza e carriera cinematografica
Nasce nel diciassettesimo arrondissement di Parigi il 27 giugno del 1955, figlia di Mohammed Chérif Adjani, un immigrato cabilo originario di Iferhounène (morto nel 1983), soldato dell'esercito francese durante la Seconda guerra mondiale, e di Emma-Augusta Schweinberger, immigrata tedesca originaria della Baviera (morta nel 2007). Isabelle cresce col fratello minore Eric Hakim nella periferia nord della città, imparando a parlare fluentemente sia il francese sia il tedesco. A quattordici anni ottiene il suo primo ruolo in un film per bambini, Le Petit Bougnat. Tre anni dopo, nel 1972, si fa notare nella commedia I primi turbamenti.
Nel 1973 entra alla Comédie-Française, dove si fa notare nella sua interpretazione di Agnès in L'École des Femmes di Molière. Al cinema, si rivela al grande pubblico con Lo schiaffo di Claude Pinoteau, il cui successo la catapulterà nella cerchia delle attrici francesi più popolari e le farà vincere, appena ventenne, un David di Donatello come miglior attrice esordiente straniera. Lavorerà quindi con alcuni dei registi più prestigiosi: François Truffaut (Adèle H., una storia d'amore), André Téchiné (Barocco), Werner Herzog (Nosferatu, il principe della notte), Roman Polanski (L'inquilino del terzo piano), Walter Hill (Driver l'imprendibile) e altri.
Negli anni ottanta del fa parte del cast di Possession, Quartet (entrambi i film le valgono il Prix d'interprétation féminine al Festival di Cannes), L'estate assassina, Subway e Ishtar. Nel 1988 diventa anche produttrice, finanziando il film biografico Camille Claudel, nel quale recita anche la parte della protagonista. Per questa interpretazione ottiene l'Orso d'argento per la migliore attrice. Ritornata al teatro, interpreta La dame aux camélias con la regia di Robert Hossein.
Nel decennio successivo interpreta Margherita di Valois ne La Regina Margot di Patrice Chéreau e recita poi in Diabolique di Jeremiah S. Chechick. Infine, negli anni duemila, partecipa a Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, Bon Voyage, La Journée de la Jupe e Mammuth.

Carriera da cantante
Come molte sue colleghe, anche Isabelle Adjani si è fatta tentare dalla canzone: è Serge Gainsbourg che la fa esordire in questa disciplina nel 1974, facendole registrare, per uno show televisivo di Maritie e Gilbert Carpentier, la canzone Rocking Chair, in cui fa meraviglie. Nel 1983, realizza un intero album sotto la direzione di Serge Gainsbourg e ottiene il primo posto nella hit parade dei 45 giri con Pull Marine, che si avvale di un video-clip realizzato da Luc Besson. Alcuni anni dopo, farà uscire un singolo scritto senza Gainsbourg, La princesse au petit pois (La principessa sul pisello), che non otterrà grande successo. Nel 2006 si è parlato di un suo nuovo album, scritto da Jacno, dopo che dei tentativi precedenti con Pascal Obispo si erano rivelati infruttuosi.

Premi
Nonostante la sua relativamente scarsa filmografia, è l'unica attrice ad avere vinto cinque volte il Premio César per la migliore interpretazione femminile (nel 1982 per Possession, nel 1984 per L'estate assassina, nel 1989 per Camille Claudel, nel 1995 per La Regina Margot e nel 2010 per La journée de la jupe), oltre ad avere avuto due nomination agli Oscar per le sue interpretazioni in Adèle H., una storia d'amore (1976) e in Camille Claudel (1990). Ha inoltre vinto due David di Donatello per Lo schiaffo (1975) e per Adèle H., una storia d'amore (1976), il Prix d'interprétation féminine a Cannes nel 1981 sia per Quartet sia per Possession, l'Orso d'argento per la migliore attrice nel 1989 per Camille Claudel. La sera in cui le è stato assegnato il César per quest'ultima interpretazione, fece scalpore leggendo un brano del romanzo Versetti satanici di Salman Rushdie, su cui pendeva una fatwa islamica.

Vita privata
Di ascendenza berbera, per sottrarsi all'assedio di fans e giornalisti che le rendeva impossibile la vita a Parigi, l'attrice si è trasferita in Svizzera, a Ginevra, nel 1996.
Ha due figli: Barnabe, nato nel 1979 dalla relazione con il regista Bruno Nuytten, e Gabriel-Kane, nato nel 1995 dalla relazione con l'attore Daniel Day-Lewis, conclusasi prima della nascita del figlio.

Filmografia

Cinema
Le Petit Bougnat, regia di Bernard Toublanc-Michel (1969)
I primi turbamenti (Faustine et le bel été), regia di Nina Companez (1972)
Lo schiaffo (La Gifle), regia di Claude Pinoteau (1974)
Ariane, regia di Jean-Pierre de San Bartolomé (1974)
Adele H. - Una storia d'amore (L'Histoire d'Adèle H.), regia di François Truffaut (1975)
L'inquilino del terzo piano (Le Locataire), regia di Roman Polanski (1976)
Barocco, regia di André Téchiné (1976)
Vivere giovane (Violette et François), regia di Jacques Rouffio (1977)
Driver l'imprendibile (The Driver), regia di Walter Hill (1978)
Nosferatu, il principe della notte (Nosferatu: Phantom der Nacht), regia di Werner Herzog (1979)
Les Sœurs Brontë, regia di André Téchiné (1979)
Clara et les chics types, regia di Jacques Monnet (1981)
Possession, regia di Andrzej Żuławski (1981)
Quartet, regia di James Ivory (1981)
L'Année prochaine... si tout va bien, regia di Jean-Loup Hubert (1981)
Che cavolo mi combini papà?!! (Tout feu, tout flamme), regia di Jean-Paul Rappeneau (1982)
Antonieta, regia di Carlos Saura (1982)
Mia dolce assassina (Mortelle randonnée), regia di Claude Miller (1983)
L'estate assassina (L'été meurtrier), regia di Jean Becker (1983)
Subway, regia di Luc Besson (1985)
T'as de beaux escaliers tu sais, regia di Agnès Varda (1986)
Ishtar (Ishtar), regia di Elaine May (1987)
Camille Claudel, regia di Bruno Nuytten (+ produttrice) (1988)
Toxic Affair, regia di Philomène Esposito (1993)
La Regina Margot (La Reine Margot), regia di Patrice Chéreau (1994)
Les cent et une nuits de Simon Cinéma, regia di Agnès Varda (1995)
Diabolique, regia di Jeremiah S. Chechik (1996)
Paparazzi, regia di Alain Berbérian (1998)
La repentie, regia di Laetitia Masson (2002)
Adolphe, regia di Benoît Jacquot (2002)
Bon voyage (Bon voyage), regia di Jean-Paul Rappeneau (2003)
Monsieur Ibrahim e i fiori del Corano, regia di François Dupeyron (2003)
La journée de la jupe, regia di Jean-Paul Lilienfeld (2008)
Mammuth, regia di Benoît Delépine e Gustave de Kervern (2010)
De force, regia di Frank Henry (2011)
David et Madame Hansen, regia di Alexandre Astier (2012)
Ishkq in Paris, regia di Prem Soni (2012)
11 donne a Parigi (Sous les jupes des filles), regia di Audrey Dana (2014)
Carole Matthieu, regia di Louis-Julien Petit (2016)Televisione
L'école des femmes, film TV, regia di Raymond Rouleau (1973)
L'avare, film TV, regia di René Lucot (1973)
Le secret des Flamands, serie televisiva in 4 episodi da 55 minuti, regia di Robert Valey (1974)
Ondine, film TV, regia di Raymond Rouleau (1975)
Figaro, film TV, regia di Jacques Weber (2008)
Aicha: Job à tout prix, film TV, regia di Yamina Benguigui (2011)Doppiatrice
Lung Ta: les Cavaliers du vent, regia di Franz-Christoph Giercke e Marie-Jaoul de Poncheville (1990)
Rapunzel - L'intreccio della torre, voce francese di madre GothelPremi e candidature
Premi César 1982 - Migliore attrice protagonista per Possession
Premi César 1984 - Migliore attrice protagonista per L'estate assassina
Premi César 1989 - Migliore attrice protagonista per Camille Claudel
Premi César 1995 - Migliore attrice protagonista per La regina Margot
Premi César 2010 - Migliore attrice protagonista per La journée de la jupe
Premi Oscar 1976 - Nomination come migliore attrice protagonista per Adele H. - Una storia d'amore
Premi Oscar 1990 - Nomination come migliore attrice protagonista per Camille Claudel
David di Donatello 1975 - David speciale per Lo schiaffo
David di Donatello 1976 - Miglior attrice straniera per Adele H. - Una storia d'amore
Festival di Cannes 1981 - Miglior attrice per Possession e Quartet
Festival di Berlino 1989 - Orso d'argento per la miglior attrice per Camille Claudel
New York Film Critics Circle Awards 1975 - Premio alla migliore attrice protagonista per Adele H. - Una storia d'amore
National Society of Film Critics Awards 1975 - Miglior attrice protagonista per Adele H. - Una storia d'amoreDoppiatrici italiane
Nelle versioni in italiano dei suoi film, Isabelle Adjani è stata doppiata da:

Rossella Izzo in Adele H. - Una storia d'amore, Nosferatu, il principe della notte, L'inquilino del terzo piano
Serena Verdirosi ne I primi turbamenti, Driver, l'imprendibile
Vittoria Febbi in Subway, Camille Claudel
Roberta Pellini in Mammuth, 11 donne a Parigi
Ada Maria Serra Zanetti in Possession
Roberta Greganti in Possession (ridoppiaggio)
Isabella Pasanisi in Ishtar
Alessandra Cassioli ne La Regina Margot
Franca D'Amato in Diabolique
Cristina Boraschi in Bon VoyageBibliografia
Jean-Luc Douin, Comédiennes Aujourd'hui, Editions Lherminier, Collection Le Champ de la Caméra, 1980
Claire Devarrieux, Les acteurs au travail, Editions Foma/Hatier, Collection 5 Continents, 1981
Christian Roques-Briscard, La Passion d'Adjani, Editions Pierre-Marcel Favre, 1987
Christian Dureau, Isabelle Adjani: biographie non autorisée, Editions Justine, 1987
François-Marie Banier, Photographies, Editions Gallimard - Denoël, 1991
Meinolf Zurhorst, Isabelle Adjani, Ihre Filme, Ihr Leben, Wilhelm Heyne Verlag. München. 1992
Michèle Halberstadt, Adjani aux pieds nus - Journal de La repentie, Editions Calmann-Levy, 2002Isabelle Adjani è autrice delle prefazioni dei seguenti volumi:

Liliane Binard e Jean-Luc Clouard, Le drame de la pédophilie, Editions Albin Michel, 1997
Henry-Jean Servat, La légende de Cannes, Editions Assouline, 2004Altri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su Isabelle Adjani
Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Isabelle AdjaniCollegamenti esterni
Sito ufficiale, su isabelleadjani.net.

(EN) Isabelle Adjani, su Internet Movie Database, IMDb.com.
(EN) Isabelle Adjani, su AllMovie, All Media Network.
(FR) Tributo a Gainsbourg, interprete Isabelle Adjani, su gainsbourg.org.
(FR) Ldainfos.com - Selezione di link su Isabelle Adjani, su ldainfos.com.
blog sur Isabelle Adjani, su isabelleadjani.blogspot.com.

film isabelle adjani

schede ultimi film isabelle adjani


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scopri come promuovere la tua attività



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema messina trova cinema milano trova cinema modena trova cinema napoli trova cinema palermo

cinema Cinema Uci Cinemas Messina cinema Cinema Iris cinema The Screen Cinemas cinema Cinema Iris
(c) media promotion srl - web agency