notizie cinema notizie cinema facebook notiziecinema.it twitter notiziecinema.it youtube notiziecinema.it
search music
notizie cinema
cinema news notizie ed aggiornamenti
prossimamente al cinema
film in uscita, i trailers, le trame

#notiziecinema

Glenn CloseGlenn Close
1947 N

Glenda Veronica ‘Glenn’ Close (Greenwich, 19 marzo 1947) è un'attrice, doppiatrice e produttrice cinematografica statunitense.
Durante la sua lunga e variegata carriera, è stata costantemente acclamata per la sua versatilità ed è ampiamente considerata come una delle migliori attrici della sua generazione e una delle più grandi star della New Hollywood. La Close detiene il record di 6 candidature ai Premi Oscar (condiviso con Thelma Ritter e Deborah Kerr) senza l'assegnazione di un premio. Nel corso della sua carriera ha vinto due Golden Globe, tre Emmy Awards, uno Screen Actors Guild Award, un Drama Desk Award e tre Tony Awards.
I suoi ruoli più famosi figurano ne Il mondo secondo Garp (1982), Il grande freddo (1983), Il migliore (1984), Attrazione fatale (1987), Le relazioni pericolose (1988), Il mistero Von Bulow (1990), La casa degli spiriti (1993), La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera (1996), Air Force One (1997), La carica dei 102 - Un nuovo colpo di coda (2000), The Lion in Winter - Nel regno del crimine (2003), Albert Nobbs (2011), Damages (2007-2012) e Guardiani della Galassia (2014).
Glenn Close è anche una delle attrici più apprezzate del teatro statunitense, durante la carriera è stata candidata 4 volte ai Tony Awards vincendo in ben 3 occasioni come migliore attrice.


Biografia
Le origini e gli inizi
Nata da famiglia aristocratica a Greenwich (Connecticut), una cittadina fondata dai suoi antenati alla fine del Seicento, si trasferisce nel Congo Belga al seguito del padre chirurgo. Frequenta contemporaneamente un collegio svizzero, viaggiando continuamente tra Africa ed Europa. Tra i 7 e i 22 anni entra a far parte di quella che lei stessa definisce una setta di estrema destra, il "Riarmo Morale" (Moral Re-Armament). Il movimento, come sostiene l'attrice, l'avrebbe aiutata a sviluppare il talento per la recitazione.. Conseguita la laurea nel 1974 in Virginia, si trasferisce a New York dove partecipa a diverse rappresentazioni teatrali nel Broadway theatre.

Anni ottanta: il successo
Negli anni ottanta Glenn Close consolida la propria carriera teatrale. Prende parte a quattro produzioni teatrali di Broadway (tra cui un musical) che le portano una nomination per Barnum nel 1980 e una vittoria per La cosa reale nel 1984 ai Tony Award. Recita inoltre in due produzioni Off-Broadway tra cui La singolare vita di Albert Nobbs nel 1982, per il quale vinse un Obie Award. Il suo esordio cinematografico, nel 1982 con Il mondo secondo Garp di una infermiera femminista, colpisce positivamente l'interesse di Hollywood, portandole una nomination agli Oscar nel 1983. Nel 1984 ottiene la seconda nomination al Premio Oscar per il film Il grande freddo e l'anno successivo la terza nomination per il film Il migliore. Ha spesso interpretato personaggi femminili negativi come in Attrazione fatale al fianco del premio Oscar Michael Douglas o in Le relazioni pericolose del 1988, al fianco di John Malkovich e Michelle Pfeiffer. Entrambi i film sono acclamati dalla critica e ricevono diverse nomination a vari premi cinematografici tra cui la nomination Oscar alla miglior attrice per Glenn Close.

Anni novanta

Interpreta Sunny Von Bulow nel pluripremiato Il mistero Von Bulow (1990) al fianco di Jeremy Irons, e Karin Anderson nel film Meeting Venus (1991) che ottiene un raro 100% di consensi della critica sul sito Rotten Tomatoes. Nel 1993 è Férula Trueba ne La casa degli spiriti, film di Bille August tratto dall'omonimo romanzo di Isabel Allende accolto positivamente dal pubblico; il cast si compone di attori di alto livello: a fianco della Close ci sono Meryl Streep, Jeremy Irons, Winona Ryder, Vanessa Redgrave e Antonio Banderas. Nel 1995 recita nel film TV Serving in Silence: The Margarethe Cammermeyer Story per cui vince un Emmy. Nel 1996 è nel film di Tim Burton Mars Attacks! in cui interpreta la First lady Marsha Dale, moglie del Presidente (Jack Nicholson), e madre di Taffy Dale (Natalie Portman).
Ottiene inoltre notorietà internazionale interpretando Crudelia De Mon in La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera; il film regala all'attrice una candidatura al Premio Golden Globe ed è un successo al box office arrivando ad incassare oltre 320 milioni di dollari. Infine nel 1996 recita in Mary Reilly al fianco di Julia Roberts e John Malkovich, accolto negativamente dai critici e dal pubblico con scarsi incassi. Nel 1997 è con Harrison Ford nel film Air Force One e recita un cameo nel film In & Out.
Nel 1999 presta la voce a Kala nel film Disney Tarzan e recita in La fortuna di Cookie diretta da Robert Altman al fianco di Julianne Moore e Chris O'Donnell. Anche negli anni novanta Glenn Close è attiva a teatro: è protagonista di due produzioni di Broadway: nel pluripremiato musical Sunset Boulevard di Andrew Lloyd Webber (ruolo che la Close aveva già provato in una produzione californiana) e nello spettacolo La morte e la fanciulla di Ariel Dorfman. Per questi due ruoli vince in entrambe le occasioni l'ambito Tony Award.
Dal 2000 al 2009
Nel 2000 è nel cast tutto al femminile nel film Le cose che so di lei diretta da Rodrigo Garcia e reinterpreta la malvagia Crudelia De Mon in La carica dei 102 - Un nuovo colpo di coda. Nel 2003 doppia Nicoletta Braschi nel ruolo della Fata Turchina nella versione americana del film Pinocchio di Roberto Benigni. Nel 2004 è nel film La donna perfetta con Nicole Kidman, Bette Midler, Matthew Broderick e Christopher Walken: il film non riceve critiche entusiastiche ma riesce comunque a ottenere buoni risultati al box office coprendo il budget di produzione e incassando più di 100 milioni di dollari. Nel 2005 è nel film drammatico di Rodrigo Garcia 9 vite da donna, accolto positivamente dai critici e nel film TV The Lion in Winter per cui vince un Golden Globe. Nel 2007 è nel film Un amore senza tempo: nonostante il cast stellare ricomprenda la Close, Meryl Streep, Claire Danes, Vanessa Redgrave, Toni Collette e Natasha Richardson il film riceve critiche negative.
Ha fatto parte di due pluripremiate serie televisive: nella figura del capitano di polizia Monica Rawling nella serie televisiva The Shield (2005) e come personaggio principale nel telefilm Damages (2007-2012). Damages ottiene critiche entusiastiche per tutte le stagioni di cui si compone e si classifica come uno dei telefilm di maggior successo ricevendo nomination ai più importanti premi come Golden Globe, Emmy Awards, Screen Actors Guild Awards, Satellite Awards, Producers Guild of America Awards, Writers Guild of America Awards e Television Critics Association Awards. Interpretare l'avvocato Patty Hewes in Damages regala a Glenn Close un Premio Golden Globe, 2 Emmy Awards ed un Satellite Award.

Dal 2010 ad oggi

Per la sua interpretazione di una donna che si finge uomo nel film Albert Nobbs (in cui ritrova per la terza volta la regia di Rodrigo Garcia), riceve diversi premi e nomination tra cui la sua sesta nomination al Premio Oscar, una ai Golden Globes e una agli Screen Actors Guild Awards.. Glenn Close non si è limitata a recitare nel film Albert Nobbs ma ha anche prodotto il film, scritto la sceneggiatura e scritto le parole della canzone tema portante della colonna sonora Lay Your Head Down, con le musiche di Brian Byrne e interpretata dalla cantante irlandese Sinéad O'Connor. La canzone è stata molto apprezzata dai critici: riceve una nomination al Premio Golden Globe e una agli Houston Film Critics Society Awards e vince ai Satellite Award come miglior canzone originale.. Nel 2014 è nel cast del film Guardiani della Galassia, appartenente al Marvel Cinematic Universe e recita a Broadway nel dramma Un equilibrio delicato con John Lithgow, Martha Plimpton, Lindsay Duncan e Bob Balaban. Nell'aprile 2016 debutta nel West End nel ruolo di Norma Desmond in Sunset Boulevard al London Coliseum, un ruolo ricoperto a Broadway oltre vent'anni prima.
Nel novembre del 2016, in Svezia, comincia le riprese del nuovo film drammatico The Wife che la vede come protagonista per la prima volta dopo il successo di Albert Nobbs. L'uscita del film è prevista per la fine del 2017 e la regia è affidata al regista svedese Björn Runge. Il film è incentrato sulla storia di un matrimonio in crisi ed è ispirato all'omonimo romanzo di Meg Wolitzer. Il regista Runge, che ha conquistato l'Orso d'argento a Berlino per il film Daybreak ha dichiarato: "Quando l'ho letto mi sono subito sentito ispirato da questa storia d'amore, creatività e dell'enorme segreto che Joe e Joan condividono. Con Glenn Close sono sicuro che dirigere il film sarà un'esperienza straordinaria". Il film, presentato al Festival di Toronto 2017, è stato acquistato dalla Sony Pictures Entertainment e verrà distribuito nelle sale alla fine del 2018 in modo da far concorrere il film per gli Oscar 2019. Nel 2017 torna a recitare a Broadway nel musical Sunset Boulevard, con lo stesso cast con cui aveva recitato a Londra nella primavera del 2016.

Vita privata
Il padre di Glenn Close è stato un rinomato medico che ha lavorato in diverse parti del mondo, anche nel Congo Belga dove ha prestato servizio personale al Presidente mentre suo nonno paterno diresse l'American Hospital Association e fu sposato con Marjorie Merriweather Post. Glenn Close è discendente dei Taliaferro della Virginia, una delle prime famiglie che si sono stabilite nello Stato nel XVII secolo ed è cugina di secondo grado dell'attrice e modella statunitense Brooke Shields.. È stata sposata dal 1969 al 1971 con il cantautore Cabot Wade e dal 1984 al 1987 con l'uomo d'affari James Constantine Marlas.
Ha inoltre avuto una relazione dal 1979 al 1983 con l'attore Len Cariou e dal 1987 al 1991 con il produttore John H. Starke; da quest'ultimo ha avuto una figlia, Annie, nata nel 1988. Dal 1995 al 1999 ha avuto una relazione con il produttore Steve Beers. Dal febbraio 2006 al settembre 2015, Glenn Close è stata sposata con l'uomo d'affari David E. Shaw col quale era da molti anni fidanzata, con una cerimonia tenutasi nel Maine.
Politica e attivismo
Sostenitrice del Partito Democratico Statunitense e delle iniziative del Presidente Bill Clinton, nel 2008 supporta la campagna di Barack Obama.. Si dichiara favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso. In relazione alla dichiarazione del Presidente Barack Obama di piena approvazione delle unioni omosessuali afferma:

È la fondatrice e portavoce di BringChange2Mind, un'associazione che si occupa di combattere i pregiudizi e la discriminazione verso coloro che soffrono di malattie mentali e di prestare assistenza a queste persone; ha dato vita a questa iniziativa in quanto ha sperimentato in famiglia cosa significa avere a che fare con tali disturbi. Amante degli animali, ha un debole particolare per i cani. Ha anche partecipato ad una pubblica battaglia per salvare i cani randagi di Los Angeles, e ha sfilato con la Lega animalista su Wilshire Boulevard, tenendo in braccio il suo adorato cagnolino per ricordare che i cani non sono giocattoli.
Interessi e hobby
Glenn Close ama l'arte, la lettura, viaggiare e praticare sport ed ha un interesse particolare per il baseball, infatti è tifosa dei New York Mets. Inoltre l'attrice conserva e colleziona tutti gli abiti e costumi di scena che ha indossato nei vari film in cui ha recitato.
Influenza nella cultura di massa
Il personaggio di Alex Forrest interpretato da Glenn Close nel film Attrazione fatale ha avuto un forte impatto nella cultura popolare: è considerata una delle donne più cattive del cinema e ha generato il modo di dire bunny boiler che indica una persona vendicativa e violenta nei confronti di un ex partner; il termine fa riferimento alla scena in cui Alex Forrest si vendica cuocendo in acqua bollente il coniglietto della figlia del personaggio di Michael Douglas e fu inventato da Glenn Close in un'intervista. La scena in questione viene anche citata nel libro "Il libro dei coniglietti suicidi", scritto da Riley Andy: in una vignetta si vede uno dei coniglietti inserire la VHS del film nel registratore di una ragazza che è appena stata lasciata. Nel primo episodio della quinta stagione di Californication il protagonista Hank definisce una sua ex partner come bunny boiler.
Popolare è stata l'intervista dell'attrice nella trasmissione americana Late Night with Jimmy Fallon in cui è riuscita a mettersi in bocca 49 carotine contemporaneamente.
Filmografia

Cinema
Il mondo secondo Garp (The World According to Garp), regia di George Roy Hill (1982)
Il grande freddo (The Big Chill), regia di Lawrence Kasdan (1983)
The Stone Boy, regia di Ruth Hillerman (1984)
Il migliore (The Natural), regia di Barry Levinson (1984)
Doppio taglio (Jagged Edge), regia di Richard Marquand (1985)
Maxie, regia di Paul Aaron (1985)
Attrazione fatale (Fatal Attraction), regia di Adrian Lyne (1987)
Le relazioni pericolose (Dangerous Liaisons), regia di Stephen Frears (1988)
Legami di famiglia (Immediate Family), regia di Jonathan Kaplan (1989)
Il mistero Von Bulow (Reversal of Fortune), regia di Barbet Schroeder (1990)
Amleto (Hamlet), regia di Franco Zeffirelli (1990)
Tentazione di Venere (Meeting Venus), regia di István Szabó (1991)
La casa degli spiriti (Das Geisterhaus), regia di Bille August (1993)
Cronisti d'assalto (The Paper), regia di Ron Howard (1994)
Mary Reilly, regia di Stephen Frears (1996)
La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera (101 Dalmatians), regia di Stephen Herek (1996)
Mars Attacks!, regia di Tim Burton (1996)
Paradise Road, regia di Bruce Beresford (1997)
Air Force One, regia di Wolfgang Petersen (1997)
La fortuna di Cookie (Cookie's Fortune), regia di Robert Altman (1999)
Le cose che so di lei (Things you Can Tell Just By Looking at Her), regia di Rodrigo García (2000)
La carica dei 102 - Un nuovo colpo di coda (102 Dalmatians), regia di Kevin Lima (2000)
La sicurezza degli oggetti (The Safety of Objects), regia di Rose Troche (2001)
Le Divorce - Americane a Parigi (Le Divorce), regia di James Ivory (2003)
La donna perfetta (The Stepford Wives), regia di Frank Oz (2004)
Heights, regia di Chris Terrio (2004)
9 vite da donna (Nine Lives), regia di Rodrigo García (2005)
Kidnapped - Il rapimento (The Chumscrubber), regia di Arie Posin (2005)
Un amore senza tempo (Evening), regia di Lajos Koltai (2007)
Albert Nobbs, regia di Rodrigo García (2011)
Low Down, regia di Jeff Preiss (2014)
5 to 7, regia di Victor Levin (2014)
Guardiani della Galassia (Guardians of the Galaxy), regia di James Gunn (2014)
La grande Gilly Hopkins (The Great Gilly Hopkins), regia di Stephen Herek (2015)
Anesthesia, regia di Tim Blake Nelson (2015)
Warcraft - L'inizio (Warcraft), regia di Duncan Jones (2016)
La ragazza che sapeva troppo (The Girl with All the Gifts), regia di Colm McCarthy (2016)
2 gran figli di... (Father Figures), regia di Lawrence Sher (2017)
The Wife, regia di Björn Runge (2017)
Seven Sisters (What Happened to Monday), regia di Tommy Wirkola (2017)
Mistero a Crooked House (Crooked House), regia di Gilles Paquet-Brenner (2017)
Matrimonio con l'ex, regia di Damian Harris (2017)Televisione
Great Performances - serie TV, 1 episodio (1975)
Too Far to Go, regia di Fielder Cook - film TV (1979)
Orphan Train, regia di William A. Graham - film TV (1979)
The Elephant Man, regia di Jack Hofsiss - film TV (1982)
Quelle strane voci su Amelia (Something About Amelia), regia di Randa Haines - (1984)
Le pietre di Ibarra (Stones for Ibarra), regia di Jack Gold - film TV (1988)
She'll Take Romance, regia di Piers Haggard - film TV (1990)
Un passo dal cuore (Sarah, Plain and Tall), regia di Glenn Jordan - film TV (1991)
Sarah l'allodola (Skylark), regia di Joseph Sargent - film TV (1993)
Costretta al silenzio (Serving in Silence), regia di Jeff Bleckner - film TV (1995)
La luce del crepuscolo (In the Gloaming), regia di Christopher Reeve - film TV (1997)
La fine dell'inverno (Sarah, Plain and Tall: Winter's End), regia di Glenn Jordan - film TV (1999)
The Ballad of Lucy Whipple, regia di Jeremy Kagan - film TV (2001)
South Pacific, regia di Richard Pearce - film TV (2001)
Will & Grace - serie TV, episodio 4x24 (2002)
La finestra di Vermeer (Brush with Fate), regia di Brent Shields - film TV (2003)
The Lion in Winter - Nel regno del crimine (The Lion in Winter), regia di Andrey Konchalovskiy - film TV (2003)
West Wing - Tutti gli uomini del Presidente (The West Wing) - serie TV, episodio 5x17 (2004)
Strip Search, regia di Sidney Lumet - film TV (2004)
The Shield - serie TV, 13 episodi (2005)
Damages - serie TV, 59 episodi (2007-2012)
Louie - serie TV, episodio 5x06 (2015)Doppiatrice
Greystoke - La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie (Greystoke: The Legend of Tarzan, Lord of the Apes), regia di Hugh Hudson (1984)
Gandahar, regia di René Laloux (1988) - versione inglese
Lincoln, regia di Peter W. Kunhardt e James A. Edgar - miniserie TV (1992)
I Simpson (The Simpsons) - serie TV, 5 episodi (1995-2014)
Tarzan, regia di Chris Buck e Kevin Lima (1999)
Baby, regia di Robert Allan Ackerman - film TV (2000)
Pinocchio, regia di Roberto Benigni (2002) - versione inglese
Tarzan 2, regia di Brian Smith (2005)
Cappuccetto Rosso e gli insoliti sospetti (Hoodwinked!), regia di Cory Edwards (2006)
Hoodwinked Too! Hood vs. Evil, regia di Mike Disa (2011)Teatro
Love for Love, di William Congreve, regia di Harold Prince. Helen Hayes Theatre di New York (1974)
The Rules of the Game, di Luigi Pirandello, regia di Stephen Porter. Helen Hayes Theatre di New York (1974)
The Member of the Wedding, di Carson McCullers, regia di Michael Montel. Helen Hayes Theatre di New York (1974)
Rex, libretto di Sherman Yellen, versi di Sheldon Harnick, musiche di Richard Rodgers, regia di Edwin Sherin. Lunt-Fontanne Theatre di New York (1976)
The Crazy Locomotive, di Stanisław Ignacy Witkiewicz, regia di Des McAnuff. Chelsea Theater Center di New York (1977)
Uncommon Women and Others, di Wendy Wasserstein, regia di Steven Robman. Marymount Manhattan Theatre di New York (1977)
The Crucifer of Blood, testo e regia di Paul Giovanni. Helen Hayes Theatre di New York (1978)
Wine Untouched, di Bjorg Vik, regia di Lynne Guerra. Curman Theatre di New York (1979)
The Winter Dancers, regia di Keith Hack. Marymount Manhattan Theatre di New York (1979)
Barnum, libretto di Mark Bramble, parole di Michael Stewart, musiche di Cy Coleman, regia di Joe Layton. St. James Theatre di New York (1980)
Barnum, libretto di Mark Bramble, parole di Michael Stewart, musiche di Cy Coleman, regia di Joe Layton. Secondo tour statunitense (1981)
La singolare vita di Albert Nobbs, da George Moore, adattamento e regia di Simone Benmussa. Manhattan Theatre Club (1982)
La cosa reale, Tom Stoppard, regia di Mike Nichols, con Jeremy Irons. Plymouth Theatre di New York (1984)
For No Good Reason/Childhood, da Nathalie Sarraute, adattamento e regia di Simone Benmussa. Samuel Becket Theatre di New York (1985)
Benefactors, di Michael Frayn, regia di Michael Blakemore. Brooks Atkinson Theatre di New York (1985)
La morte e la fanciulla, di Ariel Dorfman, regia di Mike Nichols. Brooks Atkinson Theatre di New York (1992)
Sunset Boulevard, libretto di Christopher Hampton, versi di Don Black, musiche di Andrew Lloyd Webber, regia di Trevor Nunn. Shubert Theatre di Los Angeles (1993)
Sunset Boulevard, libretto di Christopher Hampton, versi di Don Black, musiche di Andrew Lloyd Webber, regia di Trevor Nunn. Minskoff Theatre di New York (1994)
Un tram che si chiama Desiderio, di Tennessee Williams, regia di Trevor Nunn. National Theatre di Londra (2001)
The Play What I Wrote, di Hamish McColl, Sean Foley ed Eddie Braben, regia di Kenneth Branagh. Lyceum Theatre di New York (2003)
Busker Alley, libretto di AJ Carothers, musiche di Richard M. Sherman e Robert B. Sherman, regia di Tony Walton. Kaye Playhouse di New York (2006)
The Pirates of Penzance, di Gilbert e Sullivan, regia di Ted Sperling. Delacorte Theatre di New York (2013)
Un equilibrio delicato, di Edward Albee, regia di Pam MacKinnon. John Golden Theatre di New York (2014)
Sunset Boulevard, libretto di Christopher Hampton, versi di Don Black, musiche di Andrew Lloyd Webber, regia di Lonny Price. London Coliseum di Londra (2016)
Sunset Boulevard, libretto di Christopher Hampton, versi di Don Black, musiche di Andrew Lloyd Webber, regia di Lonny Price. Palace Theatre di New York (2017)Special e documentari
The Divine Garbo, regia di Susan F. Walker (1990)
Una eredità in musica (The Best of Disney Music: A Legacy in Song), regia di Don Mischer (1993)
Christopher Reeve: A Celebration of Hope, regia di Louis J. Horvitz (1998)
Robert F. Kennedy: A Memoir, regia di Steven Manuel, Jack Newfield e Charles C. Stuart (1998)
The Lady with the Torch, regia di David Heeley (1999) - voce narrante
Welcome to Hollywood, regia di Tony Markes e Adam Rifkin (2001)
What I Want My Words to Do to You: Voices from Inside a Women's Maximum Security Prison, regia di Madeleine Gavin, Judith Katz e Gary Sunshine (2003)
A Closer Walk, regia di Robert Bilheimer (2003)
Home - La nostra terra (Home), regia di Yann Arthus-Bertrand (2009)
Pax, regia di Glenn Close e Sarah Harvey (2010)
Love, Marilyn - I diari segreti (Love, Marilyn), regia di Liz Garbus (2012)
Broadway: Beyond the Golden Age, regia di Rick McKay (2015)
Broadway: The Next Generation, regia di Rick McKay (2015)Discografia
The Real Thing (1985), con la partecipazione di Jeremy Irons
The Emperor and the Nightingale (1988), musiche di Tim Story e voce narrante di Glenn Close
La leggenda della valle addormentata (The Legend of Sleepy Hollow) (1989), musiche di Tim Story e voce narrante di Glenn Close
Repeat the Sounding (Album natalizio, 1995), collaborazione con Plácido Domingo e London Symphony OrchestraRiconoscimenti
Glenn Close ha collezionato diverse vittorie e nomination ai più importanti premi cinematografici, televisivi, teatrali e musicali: ha ricevuto 6 nomination al Premio Oscar (3 come miglior attrice non protagonista e 3 come miglior attrice protagonista), 3 nomination ai Grammy Award per 3 dei 4 album musicali da lei incisi, una nomination ai British Academy Film Awards e vinto 3 Emmy Awards, 2 Golden Globe, 1 Screen Actors Guild Award, 2 Satellite Awards, un Obie Award, un Drama Desk Award e 3 Tony Awards a cui vanno ad aggiungersi altri riconoscimenti e candidature che rendono omaggio ai suoi lavori e alla sua carriera.
Doppiatrici italiane
Nelle versioni in italiano dei suoi film, Glenn Close è stata doppiata da:

Ludovica Modugno ne La carica dei 101 - Questa volta la magia è vera, Mars Attacks!, Air Force One, La fine dell'inverno, South Pacific, La carica dei 102 - Un nuovo colpo di coda, Will e Grace, Albert Nobbs, Low Down, Guardiani della Galassia, Louie, La ragazza che sapeva troppo, Seven Sisters, Due gran figli di...
Sonia Scotti in Le relazioni pericolose, Il mistero Von Bulow, Amleto, Tentazione di Venere, Un passo dal cuore, La casa degli spiriti, Costretta al silenzio, Le cose che so di lei, La sicurezza degli oggetti, Le Divorce - Americane a Parigi, La donna perfetta
Melina Martello ne La fortuna di Cookie, Damages, Warcraft - L'inizio, La grande Gilly Hopkins
Emanuela Rossi ne Il grande freddo, Il migliore, Legami di famiglia
Maria Pia Di Meo in Cronisti d'assalto, Mary Reilly, Paradise Road
Angiola Baggi in La finestra di Vermeer, The Shield, Mistero a Crooked House
Roberta Greganti in Una eredità in musica, Matrimonio con l'ex
Aurora Cancian ne Il mondo secondo Garp, 9 vite da donna
Cinzia De Carolis in West Wing - Tutti gli uomini del Presidente
Serena Verdirosi in Doppio taglio
Fabrizia Castagnoli in Maxie
Simona Izzo in Attrazione fatale
Anna Rita Pasanisi in Kidnapped - Il rapimento
Elettra Bisetti in Un amore senza tempo
Silvia Pepitoni in Strip Search
Germana Pasquero in Anesthesia
Stefania Giacarelli in The Lion in Winter - Nel regno del crimineDa doppiatrice è sostituita da:

Sonia Scotti in Tarzan, Tarzan 2, I Simpson (15x18, 19x19)
Ludovica Modugno ne I Simpson (7x08, 23x13)
Emanuela Rossi in Greystoke - La leggenda di Tarzan, il signore delle scimmie
Isa Bellini in Cappuccetto Rosso e gli insoliti sospetti
Anna Rita Pasanisi in The Lady with the TorchNote

Altri progetti

Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Glenn CloseCollegamenti esterni
(EN) Glenn Close, su Internet Movie Database, IMDb.com.
Comparsata televisiva - Repubblica.it, su repubblica.it.

film glenn close

schede ultimi film glenn close


notizie cinema

Schede film

Cinema trailer

Film in sala

Cinema novità

Trova cinema roma

Trova cinema milano

Trova cinema napoli

Musica news

Musica top songs



INSERISCI LA TUA PUBBLICITA' SU


scopri come promuovere la tua attività



#notiziecinema film anteprime novità
notiziecinema.it
novità, film anteprime, cinema trailer, programmazione cinema, coming soon facebook notizie cinema twitter notizie cinema youtube notizie cinema rss notizie cinema

trova cinema avellino trova cinema bari trova cinema benevento trova cinema bergamo trova cinema biella

cinema cinema cinema cinema
(c) media promotion srl - web agency